Nella vita funziona così

Nella vita funziona così. No, siamo seri: nella vita non ho la più pallida idea di come funzioni, altrimenti non starei qui, a scrivere un blog, ma terrei conferenze all’ONU.
Quindi riformulo: nella mia vita funziona così. Che ci sono i periodi in cui le cose vanno e quelle in cui bisogna prendere la rincorsa, e per prendere la rincorsa bisogna fermarsi, e qualche volta anche arretrare un po’.
Sono periodi un po’ basotti, quelli in cui prendi la rincorsa. Anche perché “rincorsa” è un termine in parte errato. Si prende la rincorsa se hai un obiettivo in mente o una meta, ma nei periodi in cui prendo le rincorse io spesso l’obiettivo non ce l’ho, o non è ben chiaro. C’è solo la precisa sensazione che qualcosa si sia chiuso e qualcosa d’altro forse arriverà, e io sia lì ad attenderlo, ma non sai cosa sia e da dove debba sbucare. Nè se ci sia davvero, a essere sinceri.

Annunci

Il silenzio dell’acqua

Non è un suono, è un respiro. L’eco di qualcosa di ancestrale e lontano. È un ritmo, più che una voce. Entra nelle orecchie e si spande nel corpo come un’onda. E placa. Placa tutto. Come se per un attimo ti disfacessi dal di dentro, nel nulla. Si potrebbe chiamare rivelazione, o epifania. Ma è un momento infinito in cui ti sembra di capirti, o di ritrovarti, o di perderti, tutto assieme.

Sono troppo vecchia per fare la giovane. Ritratto di una generazione confusa.

Sono troppo vecchia per fare la giovane. La consapevolezza arriva così, come una mazzata. Almeno in questa Italia nostra stralunata e confusa, in cui fino a quarantacinque anni vieni presentata come una giovane promessa e una ragazzina. Una paese in cui adulto è quasi una parolaccia: passi dall’adolescenza alla vecchiaia senza transitare per la maturità. […]

Due ore al mare

Sono stata due ore in spiaggia, oggi. A fare niente. È una cosa così rara per noi adulti, al mondo. Facciamo sempre qualcosa. Lavoriamo, pensiamo, progettiamo. Persino in spiaggia, siamo pieni di attività: leggiamo, camminiamo, facciamo sport, ci abbronziamo, spettegoliamo con i vicini o ci annoiamo sul lettino. E invece oggi sono stata lì, per […]

Il cretino da bar e la vittoria del silenzio

«Eh ma non scrivi più di politica come una volta! Cos’è, ora che sei più nota hai paura di esporti?» Che Gigi Rovanato sia stupido è cosa universalmente nota a Spinola e nelle terre circostanti dove lo si conosce, e cioè le due frazioni di Spinola stessa e pochi centimetri di marciapiede più in là […]

Gli insofferenti

L’insofferenza è fatta così, ad ondate. Prende un po’ tutti nello stesso periodo e non si sa nemmeno perché. A guardar bene non c’è nulla che poi non vada davvero. La vita, come è suo costume, va avanti, con i suoi intoppi che conosciamo bene e abbiamo sempre affrontato. Ma se è arrivata l’ondata dell’insofferenza, […]

La crisi del garibaldino entusiasmo, ovvero i periodi in cui sei in ritirata strategica

Alle volte ti sembra di essere troppo impegnata per vivere e senti il bisogno di fermarti un po’. Ci sono quelle settimane, che poi diventano mesi e poi periodi infiniti, in cui non hai tempo, mai. Perché non si accavallano gli impegni, ché quelli, diciamolo, noi donne ormai li gestiamo come un tetris: questa cosa […]

Il tempo di perdere tempo: piccola riflessione sulla falsa efficienza e sulla produttività

I primi giorni di scuola di quest’anno sono stati un tour de force. Complice il caos della riforma che ha inviato a scuola colleghi cui non si sa cosa far fare e non ha ancora nominato invece quelli che servono per coprire le cattedre, le giornate sono scivolate via fra una riunione e l’altra, in […]

Il gender e la vecchina

La vecchina veneziana ha un’età indefinibile fra sopra gli ottanta e di più. È piazzata sulla tolda del motoscafo, appuntita come una picca sullo sterno di un nemico e scruta l’intorno con il piglio di chi è sopravvissuta a carestie, guerre e fascismi, figurati se si fa impensierire da un Brugnaro. Lo sguardo dei suoi […]

Traduzioni alcoliche

I tre tizi sono seduti al tavolino dell’osteria fighetta, con l’aria da uomini di mondo vissuti. Di quelli che, per dire, oltre a Spinola hanno visto anche Mestre Centro. Il capobranco riconosciuto dal trio è un cinquantenne brizzolato frangialunga, l’abbronzatura da diga di Jesolo che vuol far passare per conquistata in un atollo delle Maldive, […]

Le scelte di ripiego

Alle volte non ci si rende conto che le scelte che vengono fatte “per ripiego” sono poi quelle che fanno la massima soddisfazione, aprono nuovi orizzonti inaspettati, portano alla felicità perché spesso la vita ci spinge nella direzione in cui dobbiamo andare, ma di cui siamo inconsapevoli. Per esempio oggi mi sono diretta decisa verso […]

Integrazione culturale a Spinola: il cicchetto cinese

Quando la notizia era circolata in paese, l’anno scorso, l’intera comunità ne era rimasta fortemente scossa. Gaspare, lo storico fritolìn di Spinea, passava ai Cinesi. Ci sono poche cose che destabilizzano la vita di un pensionato veneto, e la chiusura dell’osteria dove va a bersi, a qualsiasi ora del giorno, l’ombra di bianchetto e mangiare qualche cicchetto […]

Pordenone on my mind

Quando sei un’autrice, e ti invitano a Pordenone Legge, sei contenta come un bambino a cui dicano che andrà in Lapponia a visitare la casa di Babbo Natale. Non so, in effetti, come sia la casa di Babbo Natale, ma Pordenone qualche possibilità di essere scambiato per un paesino delle fiabe ce l’ha. E’ caruccia […]

Sta cosa

Sta cosa che piove e non piove, e il cielo è lì, ingrumato di nuvole ma senza la forza di squarciarsi. Sta cosa che è grigio novembre però con un’afa da agosto, ma di un agosto troppo lungo perché dura da giugno, senza una pausa o una remissione. Sta cosa, sta cosa qua che è […]