Gli insofferenti

L’insofferenza è fatta così, ad ondate. Prende un po’ tutti nello stesso periodo e non si sa nemmeno perché. A guardar bene non c’è nulla che poi non vada davvero. La vita, come è suo costume, va avanti, con i suoi intoppi che conosciamo bene e abbiamo sempre affrontato. Ma se è arrivata l’ondata dell’insofferenza, […]

La crisi del garibaldino entusiasmo, ovvero i periodi in cui sei in ritirata strategica

Alle volte ti sembra di essere troppo impegnata per vivere e senti il bisogno di fermarti un po’. Ci sono quelle settimane, che poi diventano mesi e poi periodi infiniti, in cui non hai tempo, mai. Perché non si accavallano gli impegni, ché quelli, diciamolo, noi donne ormai li gestiamo come un tetris: questa cosa […]

Il tempo di perdere tempo: piccola riflessione sulla falsa efficienza e sulla produttività

I primi giorni di scuola di quest’anno sono stati un tour de force. Complice il caos della riforma che ha inviato a scuola colleghi cui non si sa cosa far fare e non ha ancora nominato invece quelli che servono per coprire le cattedre, le giornate sono scivolate via fra una riunione e l’altra, in […]

Il gender e la vecchina

La vecchina veneziana ha un’età indefinibile fra sopra gli ottanta e di più. È piazzata sulla tolda del motoscafo, appuntita come una picca sullo sterno di un nemico e scruta l’intorno con il piglio di chi è sopravvissuta a carestie, guerre e fascismi, figurati se si fa impensierire da un Brugnaro. Lo sguardo dei suoi […]

Traduzioni alcoliche

I tre tizi sono seduti al tavolino dell’osteria fighetta, con l’aria da uomini di mondo vissuti. Di quelli che, per dire, oltre a Spinola hanno visto anche Mestre Centro. Il capobranco riconosciuto dal trio è un cinquantenne brizzolato frangialunga, l’abbronzatura da diga di Jesolo che vuol far passare per conquistata in un atollo delle Maldive, […]

Le scelte di ripiego

Alle volte non ci si rende conto che le scelte che vengono fatte “per ripiego” sono poi quelle che fanno la massima soddisfazione, aprono nuovi orizzonti inaspettati, portano alla felicità perché spesso la vita ci spinge nella direzione in cui dobbiamo andare, ma di cui siamo inconsapevoli. Per esempio oggi mi sono diretta decisa verso […]

Integrazione culturale a Spinola: il cicchetto cinese

Quando la notizia era circolata in paese, l’anno scorso, l’intera comunità ne era rimasta fortemente scossa. Gaspare, lo storico fritolìn di Spinea, passava ai Cinesi. Ci sono poche cose che destabilizzano la vita di un pensionato veneto, e la chiusura dell’osteria dove va a bersi, a qualsiasi ora del giorno, l’ombra di bianchetto e mangiare qualche cicchetto […]

Pordenone on my mind

Quando sei un’autrice, e ti invitano a Pordenone Legge, sei contenta come un bambino a cui dicano che andrà in Lapponia a visitare la casa di Babbo Natale. Non so, in effetti, come sia la casa di Babbo Natale, ma Pordenone qualche possibilità di essere scambiato per un paesino delle fiabe ce l’ha. E’ caruccia […]

Sta cosa

Sta cosa che piove e non piove, e il cielo è lì, ingrumato di nuvole ma senza la forza di squarciarsi. Sta cosa che è grigio novembre però con un’afa da agosto, ma di un agosto troppo lungo perché dura da giugno, senza una pausa o una remissione. Sta cosa, sta cosa qua che è […]

Seduzione in vaporetto

Il vaporetto è un piccolo cosmo e i tre gruppi sono i suoi piccoli sistemi solari. Vicino alla prua ci sono loro, i due ragazzi giovani e carucci, impegnati in strettissimi conversari. Sono educati e sussurrano con seria e compassata eleganza. Hanno jeans sobri ma inequivocabilmente di marca, magliette senza firma che proprio per questo […]

Nobiltà sulla battigia

Le due donne sono madre e figlia. Arrivano al mare ogni pomeriggio con l’eleganza con cui le signore del primo Novecento scendevano in spiaggia: la figlia con un tubino semplice e una gran borsa di paglia, la madre con uno chemisier blu, il cappello bianco a tesa larga, ed al collo il foulard di Hermés […]

Il piccolo e la sabbia (post sul perché gli adulti, in spiaggia, fanno molti più danni dei bambini)

Il bimbo è un puttino al massimo duenne, paffutello e tranquillo. Ha il suo secchiello, è seduto in riva al mare e spatoccia allegro con la sabbia bagnata, impastandola con le manine senza altro fine che divertirsi. Infatti si diverte un mondo e non dà fastidio a nessuno. Finché. Finché non arrivano nonno e padre, […]

Il caldo, incredibilmente

Per una che da sempre adora il caldo, aspetta l’estate come una festa, non vede l’ora di stendersi al sole questa estate qua è come una mazzata che ti frantuma tutte le certezze. Non è caldo. E’ più un rigurgito d’inferno, vivere come se avessi costantemente puntato addosso un phon. Ti alzi alla mattina e […]

Gli spelucchini di pioppo (racconto per allergici)

Gli spelucchini di pioppo, mannaggia a loro. Arrivano, all’improvviso, portati dal vento, ed è subito tutto un etciù etciù. Entrano, di soppiatto, dappertutto. Come ti volti, sono lì. Sono un turbine bianchiccio che avvolge ogni cosa, e a ogni soffio di brezza si rinfocola e si riprende, sicché a fine giornata sei tutta uno spelucchino, […]

Spinola ed il Giro d’Italia

Erano tutti lì, in pompa magna. Il Sempresindaco Taragnin in prima fila, anzi persino di più, aggettante sulla strada, con la faccia da grande occasione, la cravatta buona, la giacca buona, il sorriso pre elettorale buonissimo e l’abbronzatura di chi, caspita, è politico ma anche ggente, per cui ha fatto le guance rubizze stando sotto […]

Come veneto a primavera

Ripubblico oggi l’articolo apparso ieri, che WordPress pare si sia “mangiato” stanotte, facendolo scomparire. Oppure era un hacker della Lega che non vuole si sappia che noi Veneti passiamo il tempo cazzeggiando al bar, non so.  C’è il sole. Ti stupisce sempre il Veneto, quando c’è il sole. Per quella luce che piove dal cielo […]

I giorni che non hai voglia di far niente

Ci sono i giorni che non hai voglia di far niente. Nemmeno di correggere il che sbagliato messo nella frase sopra, per dire. I giorni che non hai voglia di far niente sono tremendi: perché non hai voglia di far niente, ma siccome sei stata allevata come sei stata allevata, per di più nell’operoso Nordest, […]