Le facoltà umanistiche che non servono e il luminoso futuro italiano basato sulle idee di Stefano Feltri

Oggi, su Valigia Blu, Antonio Scalari cerca di spiegare seriamente a Stefano Feltri che la sua idea di dissuadere i giovani ad iscriversi alle facoltà umanistiche non sta in piedi. Lui lo fa appunto seriamente. Io invece mi limito, applicando le leggi dell’economia, a immaginare lo scenario futuro se le idee di Feltri venissero applicate. […]

Il Gatto Eterno di Facoltà

Capita. Nella vita capita un po’ di tutto, alle volte, anche che ti chiedano un giorno di andare a farti intervistare alla Radio di Ca’ Foscari, la tua università. Non c’è nulla che ti aiuti a misurare il tempo passato quanto tornare di botto, un pomeriggio, nei luoghi che ti hanno visto studente. E’ una […]

L’oscuro cattedratico

Era un oscuro accademico di cui in facoltà a stento ci si ricordava l’esistenza. Si sapeva che era là e che insegnava qualcosa, per via di una cattedra vinta anni prima non si capiva bene nei cascami di quale concorso. Cosa facesse era un mistero, ma non così intrigante da trovare qualcuno interessato a risolverlo. […]

La forma mentis, il figlio del professore e la mobilità sociale che non c’è

Il problema è che il professor Giuseppe Nicòtina, professore da qualche tempo in pensione di Diritto processuale, ha perfettamente ragione. Sì, diciamocelo: quando dice che il figlio, laureato in legge e presentatosi da solo come concorrente ad un concorso nella facoltà di Economia della Università dove ha insegnato il padre, non ha la carriera spianata perché […]

L’Editore Accademico

L’Editore Accademico, quando arriva in facoltà, ha la faccia di uno che tutto ti aspetti che faccia, tranne l’editore: il volto abbronzato di chi passa la vita fra barche e cocktail, per esempio, abbracciato a modelle anoressiche ed altissime, non legge altro che gli sms sul cellulare e, se gli capita per le mani un […]

La fidanzata del Barone

A Ghino, che forse dovrà fornire a più d’una il numero di un bravo psicanalista Il foularino di Hérmes. È il suo biglietto da visita, assieme a quel lieve sentore di Chanel che la precede come un campanello di allarme, perché lo senti, e, pochi attimi dopo, ecco che compare lei. Li porta entrambi con […]

La cronaca secondo il Giornale

Quando lavoravo in Università, ricordo un borsista che aveva una strana idea su come si potesse far carriera là dentro. Convinto che io fossi un ostacolo al rinnovo del suo contratto, un giorno si presentò dal nostro prof per dirgli che una settimana prima mi aveva vista passeggiare per il centro abbracciata con un uomo, […]

Ma i pessimi ingegneri trovano lavoro? Il ministro Gelmini e il problema delle facoltà “inutili”

L’altra sera a Ballarò sua Eccellenza il Ministro Maria Stella Gelmini si è prodotta in una di quelle affermazioni che a noi insegnanti fanno venire i brividi ogni volta, e sono tante, che le sentiamo fare. La forma scelta dalla Gelmini è stata, parola più parola meno: “Ragazzi, non vi iscrivere a una laurea inutile […]

Il merito e le eccezioni

Al tavolino del bar, ogni santa mattina, il professor Achille Luigi Castagnetti, attorniato dai suoi tre sodali storici (il ragioniere in pensione Carlo Storti, l’ex vicesegretario comunale Angiolino Intini e il quasi pensionando Ernesto Piscari, che, pur presentandosi sempre come “dottore”, in realtà è solo fisioterapista), pontifica, more solito. L’esimio docente dell’ex liceo classico del […]

Sulla strada

In macchina, la radio fa da sottofondo. Ascolti le canzoni, magari fischietti. E siccome è un sottofondo che serve solo a tenere impegnata quella piccola parte del cervello che altrimenti si annoierebbe a morte a guardare la strada, neppure fai caso quando il Dj s’insinua. Massì, povero, le canzoni non sono poi ‘sto granché da […]

L’etica del Vecchio Barone

A Lisa, a cui le avventure del Barone piacciono tanto, e a tutta l’adorabile tribù pisana E’ la riunione del Mercoledì. Non si scappa, si è tutti precettati. Alle tre precise, borsisti, dottorandi, famigli di ogni ordine e grado lo sanno: si pianta tutto e ci si dirige nello studio del Vecchio Barone. Come la […]

Carriere stroncate. Ovvero di quella volta che potevo diventare la musa di Tinto Brass e invece niente

I primi due mesi all’Università li passai avendo sempre accanto Lorenza. Non che fossimo proprio amiche, ma eravamo tutte e due matricole, venivamo da Spinola e frequentavamo gli stessi corsi; per cui, alla fine, in bus e durante le lezioni ci trovavamo sedute vicine, e ci spostavamo da una sede all’altra in coppia. Lorenza era […]

Figlie e amanti

“Eccola là, ti ho beccata!” Alessandra fa capolino nel mio studio con un sorrisone che le illumina il viso, e che faccio appena però in tempo a scorgere, prima di ritrovarmela al collo, per abbracciarmi. “Che ci fai qui, non eri in America?” Ride: “Sono qui per una settimana, riparto subito. Ero passata a salutare […]

Il Postulante accademico

“Mi accompagna fino alla stazione, dottoressa?” Il Vecchio Barone, fermo in piedi sulla porta del suo studio, ha già la valigetta in mano. La sua, sebbene corredata di un punto interrogativo di cortesia, non è una richiesta, ma un ordine: come sempre in partenza per un qualche convegno, ha bisogno di parlarmi, ma non ha […]

I Duellanti

Ride. Quando ride, il mondo ride con lei. Non per contentezza: è dovere. Lei è la Direttrice del Dipartimento. Quindi, se ride, il Dipartimento deve ridere con lei, perché il Dipartimento è il suo mondo e le deve far da cassa di risonanza. Quando apre la porta, con quella risata si appropria della stanza. Entra. […]

Gelosia accademica

Non capisco.
E quando non capisco, diffido.
Per cui sto lì e lo guardo.
Lui guarda me, con l’espressione più innocente che gli riesce di dipingersi in viso.
Alle sue spalle, la sua libreria. Che poi è una sintesi del suo mondo. Volumi impilati, ordinati. Tomi e tomi in copertine rigide, di gran classe. Così perfetti e lucidi, senza un’orecchia, senza una piegolina sul dorso, da domandarti se poi li abbia mai veramente letti.
Dalla finestra Venezia irrompe…

La salute ed il potere

L’ospedale è una fuga di corridoi che si inseguono, si intorcolano, girano a gomito e poi sbucano in scale, scalette, scaloni che paiono ogni volta nuovi, tanto da chiederti se non siano come quelle della Hogwart di Harry Potter: come ti volti, cambiano disposizione. Il mio medico mi ci ha spedito per fare un esame, […]