Gli idioti , il tempo e la poca pazienza

Dev’essere l’età. Potrebbe essere la spiegazione più logica. Più vai avanti con gli anni, più gli anni davanti a te si assottigliano, il futuro che a venti sembrava infinito, a quaranta capisci già che nella migliore delle ipotesi è faccenda di decadi. Quindi ogni minuto che perdi ti infastidisce. No, non ho più molta pazienza. […]

Debito pubblico e debito cognitivo

L’Italia è quel paese meraviglioso dove due nel genitori, l’altro giorno, si sono presentati all’anagrafe per registrare la nascita della loro creatura, ma, con l’appoggio di una associazione di consumatori, hanno fatto martiri i poveri impiegati, pretendendo che il nome della piccina venisse registrato su un foglio a parte e non con le lettere maiuscole, […]

Essere stupidi non è un’attenuante

Sì, fanno ridere, ridere da morire, i bislacchi separatisti veneti che vociavano al telefono di comprare armi dagli albanesi (che poi avrebbero espulso, una volta fondato il loro Stato) e si costruivano nel garage di casa un tanko con un trattore dismesso. Fanno ridere perché già di per sè noi Veneti un po’ ridere lo […]

La teoria del cretino politico

Visto che oggi Alessandro Gilioli stila un vademecum sulle stronzate, io rispondo con tre punti che dovrebbero aiutare a stilare l’identikit del cretino politico, e che poi posso essere ampliati a discrezione dei lettori: 1. Il cretino in politica esiste, ma perché è cretino a prescindere: uno è cretino in politica o sul web perché […]

Nonna ciao

Me lo ricordo come se fosse ieri. Dovevo avere sì e no cinque anni, perché, come tutti i ricordi dei bambini piccoli, è sfocato, eppure chiarissimo. Era di certo un 25 Aprile, so che comunque era una cerimonia ufficiale, con corteo, autorità, sindaco e banda. La nonna mi teneva per mano. Mi piaceva quando la […]

Democrazia fotogenica

Di tutte le cose agghiaccianti che ho sentito ieri sera, nel programma di Jacona sulla “Bella politica“, storia di sindaci e amministratori assediati dalla ‘Ndrangheta e da altre società mafiose, quella che mi ha lasciata più basita è stata la risposta delle segreteria di Veltroni ad una mail spedita dai sostenitori del sindaco Vassallo, ex […]

Mauro e la Questione Maschile: ovvero chi è causa del suo mal, pianga se stesso.

La sua prima morosa era una tizia simpatica come un attacco di diarrea. La seconda, pure peggio: assomigliava ad un acuto spasmo di colite. La terza una intellettuale che citava Barthes su qualsiasi cosa, ivi compresa la disposizione delle salviette al fast food. La quarta una passiva aggressiva da manuale: non appena la conversazione deviava […]

Quel gran genio del commentatore

Molto spesso chi fa una cosa per far sapere che è molto furbo, riesce solo a dimostrare quanto è cretino. Nei commenti al post qui sotto, dove si dibatteva sull’inutilità della censura su internet, uno dei commentatori, Guido dalla Germania, faceva notare che spesso i giornalisti poco ferrati sul web – e pronti a far […]

La quasi guerra e la sindrome del redattore stanco

Ho lavorato troppi anni in un giornale per non sapere come vengono fatti i titoli: la maggior parte delle volte, a caso. Il caporedattore è stanco: il caporedattore è sempre stanco, obbligato com’è, specie d’estate e durante un turno solitario, a sorbirsi ore di telefonate inutili da collaboratori e inviati, che non hanno quasi mai […]