La giornata della memoria serve ancora a qualche cosa?

Per anni ci hanno parlato a scuola di Olocausto, dei morti nei lager, del Nazismo. E noi abbiamo ascoltato, diligenti, ma certi che in fondo fosse un brutto incubo del passato e non potesse tornare più. Le nostre famiglie e i nostri genitori ed amici erano tutte persone educate e perbene, e i nazisti qualcosa […]

La zia Carolina e la fame dell’Africa

«Mangia, che i bambini in Africa muoiono di fame!» Io da piccola, lo confesso, mangiavo poco. Poco almeno per gli standard del resto della mia famiglia, dove l’appetito era un dono genetico, e il più morigerato dei cugini si sbafafa a pranzo quarti di bue prima ancora dello svezzamento, figuriamoci dopo. La zia Carolina, per […]

Il socialismo reale del razzismo omofobo

Quindi se sei uno stronzo razzista o un omofobo e fai dichiarazioni che istigano all’odio e alla violenza, o alla semplice discriminazione, ma fai parte di un partito o di una setta religiosa che è notoriamente razzista ed omofoba, per legge non potrai essere perseguito per le tue opinioni. Deve essere una sottile forma di […]

Le misure contro il razzismo su internet della Ministra Kyenge

Il Ministro Kyenge ha annunciato oggi che sono allo studio nuovi strumenti legislativi per prevenire e reprimere l’istigazione all’odio razziale su internet e sui Social network. Mi sembrano misure esagerate. Basterebbe impedire a Calderoli di aprire un account.

Lezione spicciola di pregiudizi razziali

Il pregiudizio razziale, in sostanza, è quella cosa per cui oggi se vedi due giovani arabi che consultano freneticamente una mappa di Venezia in treno ti domandi se non stiano preparando un attentato a S.Marco, mentre se incroci due giovani norvegesi, su un treno, che consultano la stessa mappa e sono ugualmente agitati, dài per […]

Il pericoloso multiculturalismo di Magdi Cristiano

si rigrazia esorciccio  per l’immagine Magdi Cristiano Allam, sul Giornale di stamattina, dà una pittoresca definizione di multiculturalismo, fenomeno che aborre e considera fonte di ogni male, compreso l’attentato del folle norvegese: «L’ideologia del multicultu­ralismo è la trasposizi­one in ambi­to sociale del relativismo che si fon­da sulla tesi che per amare il prossi­mo si debba sposare […]

Terroristi incompresi

Quindi, ricapitolando: sei un fanatico ultranazionalista, fondamentalista cristiano ed islamofobo, da anni tieni blog in cui denunci i pericoli per la civiltà Occidentale, scrivi saggi deliranti sull’argomento, aggiorni una pagina facebook in cui spieghi le tue convinzioni, alla fine organizzi due attentati in cui massacri un centinaio di persone, la maggioranza delle quali sono ragazzini. […]

Giovani, profughi, disoccupati e cristiani

Pare che il sindaco di Gallio, tenuto ad ospitare un profugo nel suo Comune, abbia posto la condizione di andarselo a scegliere personalmente, e ha posto la condizione che il profugo sia tassativamente “giovane e di fede cristiana“. Queste due caratteristiche, dice il sindaco, sono imprescindibili perché il profugo si possa ben integrare nella comunità, […]

Italiani e Pachistani

Dopo il recente caso di una ragazza pachistana tenuta a casa da scuola dai genitori perché alcuni compagni di classe la corteggiavano, a Parma, un’altra ragazzina di origine pachistana è stata picchiata dal padre perché i compagni di classe, scherzando, le avevano chiesto se le piaceva qualcuno a scuola. Visti i due casi, il Giornale […]

Gentilini, la guerra e l’igiene del mondo

Giancarlo Gentilini, vicesindaco di Treviso, si indigna per i soldati mandati a spalare la spazzatura a Napoli:«A vedere i soldati abituati a sfidare il pericolo sotto il crepitare delle mitragliatrici o sotto i bombardamenti o nei campi minati in mezzo al lezzo puzzolente delle spazzature ammucchiate per le vie di Napoli da amministratori incapaci, credo […]

La logica di Radio Padania

Siccome a Brembate di Sopra è scomparsa una ragazzina, Radio Padania, sempre presente sul territorio, lancia un appello, che definisce “culturale”, ai suoi ascoltatori e soprattutto agli extracomunitari che abitano nei paesi vicini: “I lavoratori extracomunitari sono senz’altro persone oneste, ma siccome il sospetto per il diverso è sempre un sospetto radicato, qualcuno di loro […]

Non tutti gli extracomunitari sono uguali

Ma spiegatemi una cosa, porca pupazza: Per una ragazzina che ruba dopo aver frequentato feste equivoche prende il telefono in mano il Presidente del Consiglio in persona perché non sia espulsa. Perché per questi poveri cristi che invece lavorano in nero da anni e non riescono a regolarizzarsi non c’è un cane che faccia una […]