Come sono cambiati i requisiti per la carriera politica attraverso i secoli

Ai tempi del Medioevo per intraprendere la carriera politica con successo ci volevano antenati cavalieri che avessero seguito l’imperatore in qualche impresa o per lo meno avessero ammazzato un drago. Nel Cinquecento bisognava essere aristocratici colti e mecenati delle arti, o spregiudicati condottieri di ventura. Nel Seicento abili cortigiani capaci di indovinare velocemente se Franza […]

Games of Byzantium

C’è un re folle che non dorme la notte, si aggira per la reggia come un fantasma, dichiara guerre, maltratta i fedeli servitori, vessa il popolo e ordina stragi. C’è una regina sgualdrinella assai, che è venuta su dal niente ed ora che è sul trono approfitta per promuovere i suoi fedeli ed intrallazzare parecchio, […]

Gli stereotipi della storia: Ravenna e il libraio goto

La prossima settimana, se tutto va bene, sarò a fare un corso di formazione con Antonio Brusa, dove si tratterà degli stereotipi della Storia. Gli stereotipi sono quella cosa che uno ha in testa e non sa bene perché. Sono come gli scaffali in cucina, che servono per tenere in ordine le cose, perché se […]

Bari, la Puglia e il Medioevo che non ti aspetti

Non credevo che Bari fosse così bella. Me l’avevano detto, che era bella, ma pensavo che fosse di un bello normale, quello che guardi e pensi: «Che bello!». Invece Bari no, Bari è di quel bello che la guardi e non dici niente. Bari è di quel bello che ti lascia senza fiato. Ci sono […]

Costanza d’Altavilla, la zitella che governò un impero

Una tenda enorme, nel mezzo di una piazza medioevale. Una tenda enorme, e attorno l’andirivieni di gente, servi, famigli, dignitari, nobili, ancelle, cameriere, dottori, notai, armati, cappellani, curiosi, popolo sparso. Una tenda enorme, come se fosse una gran sagra di paese, o una processione, o un torneo di corte, di quelli che si fanno fra […]

Marozia, la papessa della pornocrazia

“Bella come una dea, focosa come una cagna.” Fulmineo è il ritratto che di Marozia fa Liutprando di Cremona, vescovo e suo avversario politico: un ritratto che, se pur pregno di acredine, non può far a meno di sottolineare il fascino di questa donna che contende il titolo di dark lady del Papato a Lucrezia […]

Non riusciamo ad uscire dal Medioevo

Mentre deputati neoeletti o di lungo corso studiano tutte le vie possibili per far nascere governi già morti capeggiati da Presidenti del Senato appena entrati in carica ma già sgomitanti, oppure fanno scongiuri perché ogni cosa crolli; mentre giornalisti vengono presi a pesci in faccia e si vendicano cercando fango per strada sui politici, dando […]

Voyager e il Prete Gianni: come si fa cultura in tv

A Elena Franco, Mastrangelina Marco e Wolly, e a tutti i compagni del gruppo di ascolto di Voyager Lo so che non lo dovrei fare, ma poi non resisto. Il Mercoledì sera guardo Voyager, perché, grazie alle nuove tecnologie, su Friendfeed abbiamo addirittura costituito un gruppo di ascolto fisso, in cui commentare in diretta, contorcendoci […]

Siate felici, arriva il Medioevo

Siccome non leggo Il Foglio – pagare per connettermi on line al suo sito mi pare davvero troppo, eh – vengo a conoscenza con colpevole ritardo di questo meraviglioso articolo di Stefania Vitulli, la quale giubila e trilla perché in America i Creazionisti, a suo dire, stanno conquistando le folle grazie ad una strategia comunicativa […]

La scuola del futuro

All’asilo comunale hai diritto, ma solo se sei di una famiglia cristiana. La letteratura te la insegneranno, ma, per motivarti meglio, solo come materia facoltativa. Il Diario di Anna Frank no, che è roba da sporcaccioni. Però ti regalano il CD con le poesie musicate alla paroliera di Berlusconi. Cercavo una battuta folgorante per chiudere. […]

I Templari c’entrano sempre: Roberto Giacobbo, L’Aquila e i misteri di Voyager

Se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Roberto Giacobbo, intendo. Mentre il tempo avanza inesorabile e il vecchio Piero Angela invecchia, Roberto Giacobbo è lì, pimpante, pronto a raccogliere la sfida della divulgazione scientifica in tv. Anzi, non genericamente scientifica, precisiamo: è sulla storia che Giacobbo dà il meglio di sé: la Storia è la sua […]

Le grandi donne del mito: Viviana, la donna che gabbò mago Merlino

Nel gran guazzabuglio delle leggende di Artù, trovare un filo logico o anche solo una sistematicità non è facile: è tutto un rincorrersi di personaggi che cambiano caratteristiche e biografia da un poema all’altro, senza che sia possibile trovare una versione definitiva. Il ciclo di Artù è simile al ciclo delle leggende troiane, ma non […]

Grandi donne della storia: Eleonora d’Aquitania, la donna che volle farsi due volte regina.

Bella. La si riesce ad immaginare solo così, Eleonora; e fa un po’ strano figurarsela, perché, chissà come mai, nel Medioevo si dà per scontato che siano stati tutti brutti, sporchi, sdentati ed anche un po’ deformi. Invece no, lei doveva essere bella, bellissima, di quella bellezza un po’ imperiosa ed inquietante, poi, che hanno […]

Medioevo prossimo venturo

Ogni volta che, negli ultimi tempi, il fronte clericale se ne esce con una delle sue nuove battaglie (no all’eutanasia, no all’aborto, no alla fecondazione, ma ormai, quasi quasi, anche no agli antibiotici,) subito qualcuno grida: “Stiamo tornando al Medioevo!!” Ragazzi, il Medioevo era un’epoca seria: in cui, per dire, filosofi come Occam e Bacone […]

Federico II di Svevia, l’antico e il Medioevo che non ti aspetti.

A Ghino. La prossima volta ti faccio io da guida, ok? 🙂 É una bella grana per gli studiosi, il Medioevo. Perché, tanto per cominciare, sono più di mille anni. A prender per buone le date canoniche, 476-1492, ci si ritrova per le mani un lasso enorme di tempo, che comincia con la deposizione di […]

Machiavellico e Boccaccesco. Due aggettivi che l’Italia di oggi non si merita neppure.

Ci sono autori grandissimi che sono però vittime di una maledizione singolare, quella della riduzione ad aggettivo. I contemporanei ed i posteri pensarono di poter condensare in una parola l’universo di suggestioni, il mondo da loro ritratto e creato con visione profetica, e quella parola è rimasta appiccicata addosso, come un vestito che non hanno […]