Perché Manzoni è moderno e in classe serve leggerlo

L’episodio di don Abbondio e i Bravi è perfetto per spiegare i problemi del bullismo e delle minacce ai più deboli. Quando Renzo va da don Abbondio e si infuria per il latinorum, ci si può costruire su una bella discussione sull’importanza della cultura come conoscenza vera e non come mazzuolo da usare sugli altri […]

Gli sceneggiatori di Hollywood e la realtà italiana

Stavo guardando su La7 un film americano di qualche anno fa, The International, in cui un agente dell’Interpol indaga sugli strani affari di una banca internazionale che ricicla soldi sporchi per la grande criminalità. Il nucleo centrale della trama si svolge a Milano, dove l’agente dell’Interpol si reca per interrogare il presidente di una banca […]

Il giornalismo nostrano e le opinioni che non devono essere influenzate dai fatti

Ricapitolando: secondo quanto man mano emerge dalle Procure coinvolte nell’inchiesta di Brindisi, l’attentatore responsabile dell’esplosione alla Scuola Morvillo Falcone sarebbe un Italiano sui 50 anni, e il gesto non sarebbe legato in alcun modo alla criminalità organizzata né al terrorismo internazionale, cosa che del resto le modalità anomale dell’attentato avevano fatto sospettare fin da subito. […]

Spigolature della settimana

Veltroni propone un governo di decantazione. Per un leader che sa di tappo. Maroni tranquillizza: per l’immigrazione abbiamo superato la fase acuta. Siamo entrati in quella cronica. Sempre Maroni: la maggior parte degli immigrati sbarcati vuole andare in Francia. Chissà cosa c’è di tranquillizzante nello scoprire che siamo un paese da cui vogliono scappare persino […]

Una volta qui era tutta Carfagna

La Carfagna si dimette. Per il Governo si riaprono i casting. Silvio al telefono con lei per un’ora. Ma stavolta non si è divertito come un tempo. Fossi Saviano, inviterei Dell’Utri. Anche la Mafia dovrebbe aver diritto di replica, no? Fini:”La Mafia è anche nel Nord.” Ma solo perché non vuole lasciare i settentrionali soli […]

Cose che si trovano

Secondo una recente dichiarazione di Andreotti, l’avvocato Ambrosoli la morte “se la andava cercando“. Visto che lui appare così informato sulla vicenda, gradiremmo che ora il Senatore a vita ci dicesse chi si è dato tanto da fare perché  Ambrosoli la trovasse.

Silvio, sei stato nominato!

Spatuzza depone. Silvio, sei stato nominato. Dell’Utri: “La mafia vuol far cadere il governo.” Un caso di lupara rossa. Gasparri: “Spatuzza è un personaggio la cui credibilità e attendibilità è pari a zero”. Non si capisce perché non sia ancora capogruppo del Pdl, allora. Dell’Utri: “Falcone avrebbe denunciato Spatuzza.” Peccato che sia passato da Capaci. […]

A pensar male…

Fa freschetto, c’è temporale in giro, e sto guardando in tv, su La7, uno speciale per i trent’anni dalla morte dell’avvocato Ambrosoli. C’è tutto: Sindona, Calvi, il Banco Ambrosiano, la Mafia, Andreotti, il Porto delle Nebbie, l’ombra della P2: troppo per ragionarci qui, adesso, mentre il programma di La7 è in corso. Magari domani, con […]