La spiaggia è sempre la spiaggia

Con il primo sole la vecchia comunità si ricostituisce, vestita dei suoi abiti tradizionali: i costumi. Le certezze sono certezze. Il pensionato piacione presidia il Lido fin dal primo giorno con le braghe tre blu d’ordinanza, facendo come al solito battute. Il pontificatore da ombrellone oggi è tutto preso ad illustragli l’importanza dei teatri nel […]

Problemi e soluzioni

Ogni giorno ce n’è uno. Quello che ti ferma per informarti che la tua firma serve assolutamente per combattere il riscaldamento globale. Quello che ti intercetta perché vuole spiegarti come, con solo una firma ed un’euro, riuscirai a sradicare il problema della droga, che la sua cooperativa ignota combatte strenuamente. Quello che mostra i santini […]

Il Pontificatore da Spiaggia e i Comunisti che non ci sono più

Il Pontificatore da Spiaggia, come ogni anno, presidia la battigia con piglio mussoliniano, ma stavolta un po’ dimesso. La politica, suo cavallo di battaglia, quest’anno lo ha tradito, tanto che ci sono persino dei rari minuti in cui, pur al centro del suo circoletto di amici bivaccanti sul bagnasciuga con sdraio, sta persino zitto. Il […]

Famiglie al mare

La famiglia è così composta: nonna scarmigliata, grifagna e tatuata, sull’addome e sulla caviglia; nonno con pelata mussoliniana tatuato, con tribale che percorre l’intero avambraccio; padre lungo crinito tatuato, sui polpacci pompati in palestra, con celtiche varie; madre biondoplatino tatuata, con dragone che si intorcola sulla schiena. Figlia treenne che guarda la famiglia così assortita […]

La vecchia gloria televisiva

La vecchia gloria televisiva cammina sul bagnasciuga del Lido. Con il passo svelto di chi non vuole essere fermata, percorre con sguardo scostante la battigia, cercando di individuare in tempo il possibile scocciatore che la vuole fermare per un autografo, un saluto, un “È lei?”. Gli occhietti piccoli e freddi sgusciano lesti fra il reticolo […]

Cronache della Mostra

Ti accorgi che sta per cominciare perchè il vaporetto solito non è più tanto solito: è pieno di gente che smonta telecamere, trasporta telecamere o si preoccupa che qualcuno rompa le preziosissime telecamere. Sono le avanguardie televisive preannuncianti le armate cinefile che caleranno nei prossimi giorni: pallidi intellettuali che parlano di Godard, o di quanto […]

Esterno Lido

La spiaggia di fine Agosto ha proprio quel senso di fine: è lì, ma già sfuma verso qualcosa di diverso, come sono sfumati i raggi solari che arrivano di già più obliqui e stanchi. Poca gente,lo sciabordio delle onde ed un silenzio ovattato intorno, perché anche i bambini, quelli che ci sono, gridano piano, e […]

Cronache lidensi 2: il vaporetto

Il vaporetto per il Lido rigurgita di gente. Potrebbe essere usato per illustrare il concetto di lotta per la sopravvivenza, o preso ad ispirazione per le tavole di un nuovo inferno da Bosch. Saltellando e sgomitando riesco a montarci su, nonostante la calca, prima che il pontoniere chiuda l’imbarco. Salire, però, è solo il primo […]

La Audrey mi fa un baffo

Già arrivi in spiaggia come in Vacanze Romane, perché un amico viene a prenderti all’imbarcadero con la Vespa e ti scorrazza così per i gran viali del Lido. Poi, arrivata in cabina, senti la voce gentilissima di un ragazzo sconosciuto che ti chiede: “Ma tu sei per caso Galatea? Ti ho riconosciuto dal video dell’intervista!” […]

Salviamo l’Italia.

Il gazebo, sul Gran Viale del Lido, c’è. É doverosamente adornato di manifesti verdastri e loghi PD. Seduti dietro una tavola bianca pieghevole ordinatamente linda, i tre volontari sono stravaccati con misura: più che attivisti, sembrano tre posati signori al bar, con tanto di cappellino da football in testa ed occhiali a specchio, in attesa […]

Chiamatemi Ismaele

«Ismaeeeele! Ismaeeeeele!» La donna è sul bagnasciuga, i piedi a mollo, il culone a stento trattenuto da un paio di brachette stretch pensate per una modella anoressica e visibilmente in imbarazzo a trovarsi invece a ricoprire il sedere di una corpulenta matrona veneziana. Si fa schermo con la mano e incrocia lo sguardo al largo, […]