Charlie Hebdo, la satira e il copyright

Sull’onda dell’indignazione per l’attentato a Charlie Hebdo, uno s’inventa un premio per le vignette satiriche, dicendo però che saranno escluse a priori le vignette che possano risultare offensive contro le religioni, che è un po’ come dire che si farà un film porno, però le scene di sesso no. L’altro, più sottile, visto che è […]

Il reality la scuola e il totalitarismo: alcune riflessioni sui libri di testo, l’educazione e la politica

Tutto si tiene. C’è una sottile coerenza che unisce le due notizie riguardanti il mondo della scuola uscite ieri: l’annuncio di un reality show di Mediaset in cui professori precari saranno assoldati per dare lezioni a somari catodici reduci di Grandi Fratelli ed affini e l’iniziativa patrocinata dall’onorevole Carlucci, volta ad epurare libri di storia […]

Facebook, la Polizia e la legislazione globale

Che cosa esattamente si siano detti, durante questi incontri a Palo Alto o in Italia, i dirigenti di Facebook e i poliziotti italiani, dopo una giornata di smentite e controsmentite, non è ben chiaro. L’Espresso ha dato la notizia che Fb avrebbe preso accordi con la Polizia Italiana per permettere a quest’ultima di controllare i […]

Smentita preventiva (Siamo una nazione troppo avanti)

“Qualunque dichiarazione gli venga attribuita stasera dai resoconti delle agenzie di stampa o domani dagli articoli dei quotidiani, sarà perciò falsa, frutto di pura fantasia, e come tale smentita“.” Chissà che s’è lasciato scappare Berlusconi. Forse che negli ultimi anni sono stati al Governo loro.

Cretine o morte. L’amore ai tempi delle donne che non ci vogliono stare

Sono nove, negli ultimi giorni. Ma due di loro vivevano qua, a due passi da casa mia; una l’ho persino incrociata qualche volta, per strada, perché non andavo a fare compere nel suo negozio, ma il paese non è enorme, e di vista ci si conosce un po’ tutti. Vivevano, ho detto: perché le hanno […]

Sconcerto e stupore

Il funzionario ONU Frank La Rue ha invitato il Governo italiano a rivedere il DDL sulle intercettazioni perché minerebbe le libertà di stampa e di opinione. Il Ministro degli Esteri Frattini si è detto “spiazzato e sconcertato”. Non sospettava che esistessero ancora, in Italia. Grazie a Chamberlain per l’ispirazione

Il web e l’informazione di qualità: se un articolo è gratuito, non vale niente?

“Se un oggetto è gratuito, non vale niente, diceva mio padre.” E ancora “In rete – gratis – ci si informa. Sul giornale – a pagamento – si conosce e si approfondisce.” Queste due affermazioni, fatte ieri da Carlo de Benedetti, editore del gruppo Repubblica, meritano sicuramente una attenta esegesi. Non perché siano clamorosamente nuove […]

Internet, Riotta e il giornalismo “serio” che si fa pagare

Non vorrei che ‘sto blog diventasse una Riotteide, ma ieri sera non me lo potevo proprio perdere, dalla Gruber, il puntatone con il Gianni, Zoro e Nicholas Negroponte, perché si doveva discutere di internet e di “libertà delle rete”. Oddio, intitolare così un programma di mezz’ora è come sperare di riuscire a leggere tutto l’elenco […]

No, ma guardate che Schifani ha ragione…

Secondo Schifani, Internet, i blog e Facebook sono più pericolosi dei gruppi eversivi degli anni ’70. Non ci crederete mai, ma concordo con lui. Al contrario di qualche fumoso, delirante ed incomprensibile comunicato delle Brigate Rosse, un post ben scritto e seriamente argomentato che informi i cittadini ed una rete che apra spazi di discussione  […]

Il crocefisso come simbolo quasi laico: una risposta ad Umberto Eco

Ma ci è o ci fa?Me lo sono chiesta, sinceramente, quando ho letto sull’Espresso di questa settimana l’ultimo articolo di Umberto Eco, Il crocifisso simbolo quasi laico. Avessi avuto la mail di Umberto Eco, gliela avrei inviata immediatamente, la mia risposta. Siccome non ce l’ho, la mail, non mi è possibile reperirla, e postare sul […]

La forma dell’acqua. La scuola fra educazione e istruzione

In un suo giallo, se non sbaglio il primo, il commissario Montalbano si interroga su quale sia la forma dell’acqua. E conclude: quella del contenitore dove la mettono. Ecco, m’è venuto in mente questa osservazione, leggendo gli opposti (ma forse neanche tanto) articoli di Ernesto Galli della Loggia e Giorgio Israel, di schieramenti diversi, ma […]

La stanza del figlio

La camera, adesso, è tutta sua. E non è nemmeno una camera sola, a ben vedere. Alfonso Crespano, persino se ha rotto i ponti con la famiglia, lasciato moglie e mammà – non necessariamente in quest’ordine – e incrinato quell’universo di relazioni che lo hanno protetto come una bolla fin dalla nascita, ha sempre fondi […]

Gli uomini e le donne non sono tutti uguali

L’altra sera mi è capitato di andare a prendere un aperitivo con un gruppo di persone che definire amici forse è un po’ troppo: diciamo conoscenti, di quelli che vedi di tanto in tanto, un po’ per caso un po’ per dovere, a cui ti legano un misto di interessi di lavoro e di vaghe […]

Gatti da pelare

Al Tg3 han fatto fuori il Vaticanista, perché aveva detto che il Papa lo ascoltano solo quattro gatti. Però rabbiosi. E comunque, specificano dal Vaticano, non erano quattro. Erano quarantaquattro, in fila per tre, col resto di due. Del resto, è risaputo: la gatta frettolosa fa i vaticanisti ciechi. Per evitare futuri imbarazzi, le cronache […]

Le donne, la tv, i blog e gli amori. Polemica sul berlusconismo e le donne che pensano un po’ troppo

Certi labirinti mentali mi affascinano: c’è qualcosa di attraente, infatti, nel seguire i ghirigori di un pensiero che, convinto di essere tagliente e diretto, si incarta in meandri sempre più arzigogolati. In questi ultimi due giorni sul mio blog ha postato diversi commenti un lettore, Frz40, con cui prima non avevo mai avuto occasione di […]

W il 25 aprile

Vengo fuori da due famiglie di antifascisti, che, nonni e nonne, zii e prozie, gli uni a Genova, gli altri a Venezia, il Ventennio, la guerra, la Resistenza li hanno subiti tutti, senza farsi mancare nulla, rischiando l’olio di ricino, le botte, il plotone d’esecuzione, il confino. Erano gente testarda, e neanche tanto ideologizzata, che […]

I grandi classici al tempo del testamento biologico

Quando Bartleby lo scrivano viene allontanato dal suo studio perché, piano piano, ha rifiutato ogni compito ed ogni azione con un semplice “Preferirei di no”, finisce in carcere per vagabondaggio. Qui, nonostante l’avvocato suo ex datore di lavoro preghi il secondino di fargli avere del cibo migliore di quello fornito dalla prigione, Bartleby risponde di […]

L’incomprensibile dignità di Peppino Englaro

Una delle cose che ho più apprezzato, nel comportamento di Peppino Englaro, è il fatto che di Eluana non esista una foto recente. Le uniche che si trovano in rete, e si vedono in tv e sui giornali sono quelle scattate prima dell’incidente, in cui Eluana è una bella ragazza mora e sorridente, dagli occhi […]