Caro alunno, ti stiamo fregando 2: a cosa serve il latino

  Caro alunno, diciamolo subito così poi non ci pensiamo più: il latino oggi non serve ad una cippa. Per quanto tu giri il mondo, non troverai più nessuno con cui potrai usare questa maledetta lingua per chiedere informazioni (a meno che tu non debba scambiare quattro chiacchiere con un vecchio prete intronato in qualche […]

Le parolacce degli antichi

Quando uno deve scrivere un dialogo, uno scambio di battute, una scena ambientata Ieri ero stanca, tanto stanca. Solo chi ha a che fare con i ragazzini può capire la spossatezza di tenerli in classe le ultime due ore di lezione, da mezzogiorno alle due, Quando suona la campanella sei sfibrata. Vuoi una sola cosa: […]

Lumen Fidei

Dopo aver ascoltato diversi telegiornali in cui il titolo della nuova enciclica dei due Papi viene letto dal giornalista convintamente, come direbbe Cetto la Qualunque, “lumen fidèi , pur avendo il giornalista medesimo dipinta in faccia l’espressione pia di chi passa le giornate estive alle novene in parrocchia, ho cercato di immaginare quale fosse il […]

Catullo vs i grillini, ovvero la cultura classica e il vaccino contro l’urinoterapia

Che poi son due giorni che tutti parlano del Grillino che crede nell’urinoterapia. E non uno che si sia ricordato, nel prenderlo per il culo, che già Catullo, del mitico carme 39, aveva detto cose definitive. Poi dicono che il latino e il classico non servono a niente e non sono attuali. E invece no: […]

Il professore e la classe dirigente

Achille Luigi Castagnetti è da sempre professore di Latino e Greco al liceo di Spinola. Di più, è figlio di professori di Latino e Greco, nonché nipote di professori di Latino e Greco. Risalendo a ritroso nella sua genealogia, ci si imbatte in una infilata di docenti di lettere classiche che si inerpica per lo […]

I libri, il caso e la vita: le Memorie di Adriano

Un caso. A volte capita così, nella vita. Svolti un angolo e, alzando gli occhi, incroci un cartellone che non ti sei mai soffermato a leggere prima; sfogli il giornale e ti colpisce un trafiletto nascosto a piè di pagina. Oppure, come capitò a me: durante la lezione di greco, l’insegnante citò, di fretta, un […]

Caio Valerio Catullo. Ovvero, il Tutto e la Poesia.

Delle cose che ami troppo ti è difficile parlare. E allora lui, Catullo, l’ho lasciato per un po’ dopo, nella mia galleria di ritratti. Del resto, si sa, in teatro non accade mai che la primadonna entri in scena subito, appena il sipario s’è alzato. E Catullo è più che una primadonna: è uno di […]

Quello che i potenti non perdonano mai. Ovidio, la leggerezza e gli incidenti della poesia

Di solito a me i martiri non ispirano completa simpatia. Magari grande rispetto, ma proprio simpatia simpatia no: il martire è severo, intransigente, tetragono. Ha certezze morali senza titubanze, non cincischia, non deflette: insomma, è la versione umana di un cubo di porfido. Poi c’è sempre il dubbio che il martirio, questi signori, delle volte […]