Caro alunno, ti stiamo fregando. Lettera di una professoressa sulla scuola.

Caro alunno, ti stiamo fregando. E nello “stiamo” siamo compresi proprio tutti: società, scuola, persino i tuoi genitori. La cosa buffa è che non lo facciamo per cattiveria, o per ricavarne chissà qualche strepitoso vantaggio. Ti stiamo fregando per stupidità, per insipienza, perché siamo superficiali e persino un po’ mona. Del resto noi adulti non […]

Caro Calenda, il libro fa stare più soli del videogioco. Ma è un male?

Ogni volta che qualcuno, come l’ex ministro Calenda, ieri, si scaglia contro la tecnologia che aliena e spara una filippica per salvare i nostri bambini dalla solitudine la mia prima reazione, confesso, è di sorridere. Un po’ perché l’uscita dell’ex ministro mi ricorda tanto quella della signora Lovejoy, la moglie del pastore dei Simpson, che […]

Piccolo vademecum per genitori sui compiti a casa

Visto che l’argomento compiti a casa suscita vespai di polemiche, e pare che noi insegnanti siamo insensibili al grido di dolore dei genitori, ecco a loro uso e consumo un piccolo elenco di consigli per affrontare i compiti a casa aiutando i figli a farli e non sostituendosi a loro. Vostro figlio è intelligente. Piantatela […]

Dieci cose che non sopporto quando si parla di scuola

Da docente, ma anche da cittadina e da ex alunna, ogni volta che si parla di scuola confesso che mi prende l’intorcolo di stomaco (non si dice intorcolo? sì, si dice, è quella roba che mi viene quando si parla di scuola). Finisce che baruffo, baruffo con tutti, a Destra e a Sinistra, perché, quando […]

Salvate il liceo classico: è l’unica scuola veramente moderna

Ieri sono stata tutto il giorno ad un corso di formazione per insegnanti. Di solito li odio, i corsi di formazione per insegnanti, perché in tanti anni che me ne propinano, ne avrò trovato giusto uno o due che fossero decenti, e tutti gli altri erano una marea di fuffa inutilizzabile, quando non devastante come […]

In Italia la scuola pubblica prepara meglio della privata

Tanto per finire l’anno con una soddisfazione, sono usciti i dati OCSE che misurano il livello di istruzione nei paesi europei. E, tanto per essere precisi, si scopre dalle valutazioni che la scuola pubblica italiana prepara gli studenti meglio della scuola privata. Così, per gradire e smentire i fan del “privatizziamo tutto perché il privato […]

La migliore idea della giornata (il tè, Sallusti e il Ministro Profumo)

Torni a casa da scuola, e per primo leggi Sallusti che si lamenta, perché la sua condanna per aver diffamato un magistrato, pensa un po’, è stata emessa da un giudice, quindi da un altro magistrato, e per ciò stesso, secondo lui, è sospetta. Ti fermi, rifletti un po’ sull’affermazione, e ti viene spontaneo chiederti, […]

La scuola non è abbastanza pop

Sul tavolo della sala professori, Paola ed io ci stiamo ritagliando qualche centimetro di spazio. Mica facile, visto l’ingombro di libri lasciati dai rappresentati, raccoglitori con circolari da firmare, pacchi di carte varie abbandonati da colleghi che a loro volta entrano ed escono a tratti, perché l’inizio della scuola incombe, e siamo tutti indaffarati. «Italiano […]

Il reality la scuola e il totalitarismo: alcune riflessioni sui libri di testo, l’educazione e la politica

Tutto si tiene. C’è una sottile coerenza che unisce le due notizie riguardanti il mondo della scuola uscite ieri: l’annuncio di un reality show di Mediaset in cui professori precari saranno assoldati per dare lezioni a somari catodici reduci di Grandi Fratelli ed affini e l’iniziativa patrocinata dall’onorevole Carlucci, volta ad epurare libri di storia […]

La scuola di Bin Laden

Secondo Berlusconi, “Libertà vuol dire avere la possibilità di educare i propri figli liberamente, e liberamente vuol dire non essere costretti a mandarli in una scuola di Stato, dove ci sono degli insegnanti che vogliono inculcare principi che sono il contrario di quelli dei genitori.” Immagino che Bin Laden sarà contentissimo di questa impostazione. Invece di […]

E’ tutta colpa del ’68, signora mia

L’articolo di stamattina sul Giornale di Massimiliano Parente, in fondo, è da leggere. Sarebbe in realtà da usare anche poi come esempio, magari in qualche corso, di argomentazione retorica apparentemente logica e motivata, che nella realtà è un malacconcio accrocchio di ragionamenti traballanti, perché, come faceva notare Umberto Eco nel Pendolo di Focault, il ragionamento […]

Braccia strappate al Liceo

Vede, Caro Ministro Sacconi, per una volta voglio partire dal presupposto che Lei abbia ragione. Ma davvero, eh. Quando ieri ho sentito la sua ennesima esternazione – non chiamiamola sparata, sennò sembra che Le sia pregiudizialmente avversa – sui cattivi genitori che vogliono a tutti i costi iscrivere i figli al liceo e formano così […]

La scuola ai tempi della LIM

Diletta è una di quelle colleghe entusiaste di tutto ciò che è nuovo. Per dire, c’è una nuova grammatica? Lei la adotta. Così, subito. Mica perché l’abbia letta con attenzione e deciso che è meglio di quella in uso. No, perché è nuova, e nella sua visione della vita ciò che è nuovo è nuovo […]

Il merito e le eccezioni

Al tavolino del bar, ogni santa mattina, il professor Achille Luigi Castagnetti, attorniato dai suoi tre sodali storici (il ragioniere in pensione Carlo Storti, l’ex vicesegretario comunale Angiolino Intini e il quasi pensionando Ernesto Piscari, che, pur presentandosi sempre come “dottore”, in realtà è solo fisioterapista), pontifica, more solito. L’esimio docente dell’ex liceo classico del […]

La Rossa e il Sabato Fascista. Ovvero, quanto mi manca la mia prozia oggi che bisognerebbe rispondere alla Gelmini

Ad Adamo Lanna e Many Io, per esempio, avevo una zia. Anzi, per essere precisi, una prozia, che si chiamava Rita. Anzi, per essere precisi precisi, Margherita. Ma a lei Margherita sembrava troppo lungo e troppo pomposo, e quindi aveva deciso che la dovevano chiamare Rita e basta. Era così, la zia Rita, una che […]

Internet, il copincolla e il copyright: alcune riflessioni sulle ricerche a scuola e la consapevolezza dei nativi digitali

Luca de Biase, oggi, ha scritto un post sul problema delle ricerche copia-incolla da internet che ormai sono una jattura dilagante in tutte le scuole di ordine e grado, dalle elementari alle tesi di laurea. Dato un argomento X che il docente ti ha assegnato e sul quale pretende, per imperscrutabili motivi si suppone didattici, […]

Ognuna è geek come riesce

Certo, se fossi una geek di quelle serie adesso starei come minimo in prima classe su un Frecciarossa, sollazzandomi con il mio iPad mentre mi preparo ad andare a qualche sciccosissimo convegno su internet e qualche altro ambito fondamentale della vita moderna. Invece sono le sei e qualcosa della mattina, guido la mia macchinetta scassata […]

Cesco, ovvero la generazione perduta

Cesco sta al bar. Non dalla Clara. La Clara è una pasticceria tirata, con i tavolinetti che paiono di smalto per quanto brillano e le pastine che sembrano soprammobili, tanto sono carucce ed aggraziate. Il bar di Cesco è quello che sta dall’altra parte della strada, in un viottolo nascosto dove il centro di Spinola […]

Licenze

Metà degli Italiani ha solo la licenza media. Per questo sospetta di quegli sporchi intellettuali chiusi nella casa del Grande Fratello. Metà degli Italiani ha la licenza media. E viene guardata con invidia dagli altri, che non sono mai riusciti a finire le elementari. Metà degli italiani ha la licensa…cioè la licenzza … no aspetta […]