Storie di profughi: Enea, Giunone e Salvini

Il libro primo dell’Eneide si apre con Giunone incazzata a morte. Per evitare che la città che ama di più al mondo, ovvero Cartagine, possa un giorno perdere il suo benessere economico, vuole impedire a tutti i costi che i profughi troiani al comando di Enea possano raggiungere le coste del Lazio. Contro questi pulciosi […]

Siamo umani, o almeno proviamoci

Oggi a rischiare la vita sono loro, domani potremmo essere noi. Vi prego, comportiamoci in maniera umana noi che siamo baciati dalla fortuna, anche solo per evitare che un giorno possiamo essere ripagati con la stessa moneta perché noi per primi abbiamo insegnato che la crudeltà è una scelta possibile.

Integrazione culturale a Spinola: il cicchetto cinese

Quando la notizia era circolata in paese, l’anno scorso, l’intera comunità ne era rimasta fortemente scossa. Gaspare, lo storico fritolìn di Spinea, passava ai Cinesi. Ci sono poche cose che destabilizzano la vita di un pensionato veneto, e la chiusura dell’osteria dove va a bersi, a qualsiasi ora del giorno, l’ombra di bianchetto e mangiare qualche cicchetto […]

Giovani, profughi, disoccupati e cristiani

Pare che il sindaco di Gallio, tenuto ad ospitare un profugo nel suo Comune, abbia posto la condizione di andarselo a scegliere personalmente, e ha posto la condizione che il profugo sia tassativamente “giovane e di fede cristiana“. Queste due caratteristiche, dice il sindaco, sono imprescindibili perché il profugo si possa ben integrare nella comunità, […]

Gli immigrati e la nascita dell’Occidente

Allora tutto era più facile. Il mondo era sconosciuto, e senza confini. Infinito, come il mare. Il concetto stesso di confine e di patria ancora poco chiaro. Fatto sta che partire era un modo per farsela, una patria, quando il luogo dove eri nato non ti bastava più. È cominciata così, in fondo, la storia […]

Spigolature

Obama premia Bernanke, perché è riuscito ad uscire dalla depressione. E neanche un grazie al suo psicanalista. A l’Aquila Berlusconi andrà a cena con Bertone. Insomma, basta che portino la gonna e lui li invita, neh! La Santa Sede chiarisce: in Vaticano l’immigrazione non è reato. Contando che si finirebbe per essere governati da Ratzinger, […]

La società multietnica e la signora Tognato

La signora Tognato la società multietnica non la vuole. Non la vuole no, ecchecaspita: tutti quei negri, quegli arabi, quegli zingari, quegli slavi che vogliono entrare in casa sua e portarle via tutto, perché si sa come è fatta quella gente, che entra in casa e ti porta via l’argenteria, la catenina di nonna, e […]

L’untore

Certo, avrebbe dovuto andare dal medico. Glielo avevano detto tutti, i colleghi, in cantiere. Quella tossettina stizzosa, che alle volte gli trinciava il respiro di netto; e poi, quella febbriciattola che saliva su, ogni sera, regalandogli un mal stare che era più della solita stanchezza. Sì, glielo avevano detto tutti, che doveva andare dal dottore. […]

Evaristo ad Omnibus. Ovvero: non c’è niente di più pauroso del razzismo per bene.

Volevo postare una cosa diversa, stamattina, ma poi, aprendo la tv, sono capitata su Omnibus Weekend, a La7, dove si teneva un colto dibattito intitolato Non passa lo straniero, e a cui partecipavano, in quota centro destra, Angelo Mellone, il deputato della Lega Nord Dario Galli e, per La Destra di Storace, Nello Musumeci. Era […]

I nuovi casi del Commissiario Montalbano: Cadaveri non eccellenti

«Dutturi, Dutturi!» «Dimmi, Catarè.» «Dutturi ci dissero dal commissariato di Montelusa che pescarono dieci cataferi di clandestini in mare.» «E perché minchia chiamano a noi?» «Ci dissero che non hanno pessonale bastevole per l’operazione e vogliono rinforzi.» «Personale bastevole? E che devono fare? Non riescono a tirarli sulla spiaggia?» «No, Dutturi, sulla spiaggia già li […]

Fastidiosi moscerini. Ovvero, anche ai “liberali” certi reati danno più fastidio di altri.

Questa mattina devo scappare a scuola, ma ho fatto in tempo prima di partire, a beccare Massimo Teodori che parlava, su La7, in merito al decreto berlusconiano sulle intercettazioni. E sosteneva, da liberale qual si sente, che insomma, dai, non era certo una misura pensata per cavare dalle grane il premier, il limitare la possibilità […]