Due ore al mare

Sono stata due ore in spiaggia, oggi. A fare niente. È una cosa così rara per noi adulti, al mondo. Facciamo sempre qualcosa. Lavoriamo, pensiamo, progettiamo. Persino in spiaggia, siamo pieni di attività: leggiamo, camminiamo, facciamo sport, ci abbronziamo, spettegoliamo con i vicini o ci annoiamo sul lettino. E invece oggi sono stata lì, per […]

La filosofia del sole

Per me il segnale è quando posso finalmente lasciare aperte le finestre. Quel momento magico che arriva ogni anno, in sordina. Il giorno prima è ancora freddo, e le finestre si possono tenere aperte solo lo stretto necessario per arieggiare alla mattina le stanze, e chiuderle subito in fretta, con un brividino. E il giorno […]

Le facoltà umanistiche che non servono e il luminoso futuro italiano basato sulle idee di Stefano Feltri

Oggi, su Valigia Blu, Antonio Scalari cerca di spiegare seriamente a Stefano Feltri che la sua idea di dissuadere i giovani ad iscriversi alle facoltà umanistiche non sta in piedi. Lui lo fa appunto seriamente. Io invece mi limito, applicando le leggi dell’economia, a immaginare lo scenario futuro se le idee di Feltri venissero applicate. […]

Il secondo libro è come un bebè (Famiglie librarie non tradizionali)

Il secondo libro, ti dicono tutti, è più difficile del primo. Perché pensi di essere abituata. Poi il primo lo scrivi così, per provare se ti riesce davvero. Quindi, paradossalmente, sei più rilassata; se non va pazienza, vuol dire che non lo sai fare. Il secondo, invece, lo sai che lo sai fare: c’è lì […]

Platone o l’economia, il dilemma della riforma della scuola in Spagna

Sia ben chiaro, io li capisco, i banchieri spagnoli. Non è che il ragionamento sia del tutto sbagliato. Tu sei un banchiere, in un paese che sta andando economicamente a catafascio. Hai centinaia di padri e madri di famiglia che non riescono più a versarti una rata del mutuo a fine mese, o l’affitto. Dei […]

Anticipazioni: filosofi antichi, guazzabugli storici e prossimi libri di Galatea

La cosa bella, quando decidi che scriverai il prossimo libro sui filosofi greci, è che cominci a leggere le fonti che parlano della loro vita. E in un battibaleno ti ritrovi in un turbine di notizie e di fatti che non sapevi o non ricordavi più. Un turbine fatto di re persiani e lidi che […]

Socrate, il re dei troll

Lo dice anche Platone, e se lo ammette lui, che era il suo allievo prediletto e fedelissimo, c’è da credergli. Socrate era un mostro. Brutto di una bruttezza brutta che, ad incrociarlo per strada, faceva spavento. Grasso, basso, calvo, tarosso, con il ventre prominente, le gambette tozze ed arcuate: un nano da giardino obeso, un […]

Pitagora, il filosofo che si sporcò le mani

Il problema, con Pitagora, è che è un filosofo. Ecco, voi non avete idea. Se uno entra nella storia della cultura occidentale come filosofo, è come filosofo che se lo ricordano tutti. Pagine e pagine e pagine a discettare di quello che ha pensato, di quello che forse ha scritto. Che è giusto, per carità. […]

Reading Severino: scusate, m’è scappata l’esegesi.

Emanue’, non te la pigliare. Siccome non ci avevo capito niente, ho provato a tradurre e chiosare punto per punto, per vedere se si seguiva meglio. Scusa, m’è scappata l’esegesi. Secondo la scienza l’Universo è incominciato con un’immane catastrofe, il big bang che ha squarciato i «sovrumani silenzi», e terminerà con un’altra non meno gigantesca […]

Ipazia, la donna che non trova perdono

Ci sono donne che, a quanto pare, rompono i coglioni anche da morte. Sì, rompono proprio i coglioni: non si può usare altri termini, ché definirle “scomode” o “controcorrente” non rende appieno il profondo e radicato odio che riescono a suscitare attorno a sé. Quelle donne lì, rompono proprio i coglioni. Anche se non fanno […]

Comunisti immaginari e socratici reali

    A Lameduck, che ha analizzato la cosa meglio di me e per questo s’è beccata insulti nei commenti.   Non ho mai pensato che Fabio Volo fosse una delle cime del pensiero occidentale: mi riuscirebbe difficile credere che sia persino una collinetta. Seguendolo di tanto in tanto, penso che non si ritenga tale […]

Il sinistro dubbioso. Ovvero, difficile fare le rivoluzioni quando non ci si trova d’accordo sull’ora in cui andare in piazza…

Melchiorre Gargantin ha un nome da Re Magio, ed una vocazione conseguente al nome: infatti, in qualsiasi contesto si inserisca, ci porta dentro immancabilmente il suo dono: il dubbio. Se avere dubbi nella vita è sintomo di intelligenza, Melchiorre Gargantin ha una capa tanta da stracciare Einstein, Leonardo e l’intera accolita dei Nobel di Stoccolma […]

Le ceneri di Gramsci lasciamole stare.

Scusatemi, ma io su ‘sta roba di Gramsci ci devo tornare. Ci devo tornare, e lo dichiaro in principio, così ci leviamo ogni dubbio subito di mezzo, perché il Gramsci, come pensatore, l’ho frequentato poco e male; su quello che ho letto di suo, poi, lo confesso, non mi sono mai trovata granché d’accordo . […]

That is the question…

“Mi innamoro di una persona che [a mia insaputa] prende il Prozac e scopro [un bel giorno] che, senza Prozac, ha un cattivo carattere. Non lo amo più? Chi ho amato?” (L. Boella, Neuroetica, Cortina, Milano 2008, p. 8). Mi sono quasi sempre innamorata di persone che poi, conoscendole meglio, ho scoperto diverse da quello […]

Dormire, sognare, nulla più

Narrano che pochi giorni prima di morire Machiavelli abbia fatto un sogno: da un lato vide una folla di uomini cenciosi e mal vestiti; dall’altra un gruppo di uomini dal portamento nobile, che egli riconobbe subito come Tacito, Platone e Plutarco, impegnati a discutere di filosofia e di politica. Chiese chi fossero, e una voce […]