L’invidia della escort

E’ che mi sto interrogando da due giorni, da quando l’ho sentita, sull’intervista rilasciata dalla escort barese Terry De Niccolò, in cui questa simpatica signora diceva che le donne belle sognano tutte, in fondo, solo di fare la escort, e quelle brutte o bruttine in realtà parlano per invidia, perché in certe feste e in […]

Visite istituzionali

Cioè, io proprio non me lo spiego. Eppure è così. Ho ricontrollato un paio di volte i dati in accesso, e me lo confermano: l’altro giorno mi è arrivata una visita direttamente dal Senato della Repubblica. Sì, insomma, proprio così: zitto zitto, è finito sulle pagine del mio blog un qualche Senatore. Cioè, sì, dai, […]

Non chiamiamole “prostitute”. Ok, e gli altri come li chiamiamo?

Sul Corriere si apre dibattito sull’illuminato articolo di Piero Ostellino, il quale ha candidamente affermato l’altro giorno che, in base ai principi del suo sano liberalismo, non se la sente che chiamare prostitute le ragazze che, ad Arcore o in altri contesti, si danno al miglior offerente – cioè il più ricco o il più […]

Sfigati

Ho l’impressione che in questo paese le sottili analisi psicologiche, la pedagogia comprensiva, il voler approfondire e capire le motivazioni di tutti, per non giudicarli e accoglierli, siano una gran fregatura, perché si trasformano in una specie di rito collettivo di autoassoluzione. Siamo un paese di gente ignorante e non siamo in grado di apprezzare […]

La nuova politica della signora D’Addario

Di tutto quello che ha detto la D’Addario ieri pomeriggio, intervistata dalla Annunziata su Raitrè, a me confesso ha colpito solo una cosa: la motivazione che la ex escort, divenuta celebre per essere stata la prima a raccontare qualcosa sulle notti folli di Berlusconi, ha dato per giustificare la sua prossima entrata nell’agone politico: “Ho […]

La tristezza dell’Olgettina

Ieri sera quello che mi ha più colpito, guardando la puntata di Ballarò, non è stata la faccia di Angelino Alfano, un po’ pietrificata, invero, nel ghigno di chi ha scoperto solo ora che ai festini più divertenti i vecchi non lo invitavano, e purtuttavia deve star lì a difendere il capo; né la mascella […]

Ministeri hard

Sul sito del Ministero per la Pubblica Amministrazione, Brunetta mette un comunicato per smentire un articolo dell’Espresso che insinuava il suo coinvolgimento nel giro delle escort berlusconiane. Sul sito del Ministero delle Finanze, altro comunicato, in cui Tremonti smentisce di aver parlato di “puttanelle“. Tutto ciò, ripeto, sui siti ufficiali e tramite gli uffici stampa […]

Un leggero, ma appena appena avvertibile, conflitto di interessi

Approvato il pacchetto Sicurezza, giro di vite contro le prostitute. Non potranno rilasciare interviste ad Annozero, tanto per cominciare. Per chi esercita la prostituzione in strada, foglio di via. A meno che la Minetti non venga a prenderle prima. Violenza negli stadi, torna l’arresto in flagranza differita. Purchè la replica non vada in onda su […]

Politici, escort e cortigiane, ritratto di una classe politica che non ha nemmeno un immaginario erotico come si deve

Che poi, quello che colpisce, in tutte queste storie di escort, politici ed intrallazzi di letto e denaro, non è l’andirivieni delle signorine dalle feste dei vip, dove diventavano un grazioso regalo al plenipotenziario, al ministro o al Premier del cui intervento si aveva bisogno, ma pure la tipologia delle signorine coinvolte. Belle ragazze, sì, […]

Escort di Stato (una modesta proposta)

Con l’aria che tira, mi aspetto che la proposta venga fatta da un momento all’altro. Quindi, colgo la palla al balzo per dimostrarmi moderna, disinibita, del tutto affrancata dal moralismo della vecchia sinistra barbogia e ipocrita. Via all’escort di Stato. Ma sì, in fondo, pensiamoci un po’. Perché lasciar dilagare tutto questo sottobanco, questo non […]

La professione della signora D’Addario.

Nella serata in cui la Scala metteva in scena la popolana Carmen, io ho guardato una Patrizia. La D’addario, ospite del programma di Gad Lerner. Non ha emesso una sola nota, la Patrizia: con tutto che sì è definita più volte “artista fin da quando aveva dodici anni”, e “donna di spettacolo” prima che escort. […]

Ferie di Ottobre. Ovvero ritratto di intellettuali nel Qualcheshire

Hommage a Paolo Virzì Teo. Che poi starebbe per Teofilo. Nome di famiglia, ereditato dai nobili antenati. Ma andarlo a mettere ad un pupetto appena nato, denota nei genitori una certa colpevole indifferenza, invero poco nobile, nei confronti dell’avvenire del figlio. Comunque, l’hanno chiamato Teo. E gli è andata anche bene: la sorella si è […]

Gabbiette salariali

Brunetta contrario alle gabbie salariali. Ha paura che per lui attrezzerebbero quella del criceto. Rissa fra Corona e la Ventura a Porto Cervo. La Sardegna, dopo aver perso il G8, spera di diventare la prossima location per l’Isola dei Famosi. La D’Addario: sono diventata come Giovanna D’Arco. Vergine?

Gli uomini e le donne non sono tutti uguali

L’altra sera mi è capitato di andare a prendere un aperitivo con un gruppo di persone che definire amici forse è un po’ troppo: diciamo conoscenti, di quelli che vedi di tanto in tanto, un po’ per caso un po’ per dovere, a cui ti legano un misto di interessi di lavoro e di vaghe […]

Grandi donne del mondo antico: Frine, ovvero anche le escort hanno la loro dignità

Non le hanno dedicato nemmeno una voce su Wikipedia come Dio comanda, appena un vago accenno. Ingratitudine spicciola, lasciatemelo dire. Perché Frine, la seducente Frine, meriterebbe ben di più che quattro righe di biografia su internet: oggi come oggi, anzi, soprattutto oggi, le si dovrebbe fare un monumento, rendere la sua vita oggetto di studio […]

Patrizia tells a Story

Patrizia D’Addario, la donna coinvolta nelle inchieste baresi sul giro di ragazze reclutate per le feste da Berlusconi, era candidata in una lista comunale, chiamata “la Puglia prima di tutto”. Ah, si chiama “Puglia” adesso. La donna ha accompagnato ai comizi per tutta la campagna elettorale Raffaele Fitto, Ministro per i Rapporti con le Regioni. […]

Economia reale

Per star parcheggiate una settimana in Sardegna a Villa Certosa, bordo piscina, volo incluso, uso di yachy, senza far null’altro – assicurano – che partecipare a qualche innocente party stile villaggio turistico, si veniva pagate dai 1000 ai 2000 euri esentasse, con ciondolo diamantato in regalo. Per farsi una settimana di comunissima spiaggia, in un […]