Caro Calenda, il libro fa stare più soli del videogioco. Ma è un male?

Ogni volta che qualcuno, come l’ex ministro Calenda, ieri, si scaglia contro la tecnologia che aliena e spara una filippica per salvare i nostri bambini dalla solitudine la mia prima reazione, confesso, è di sorridere. Un po’ perché l’uscita dell’ex ministro mi ricorda tanto quella della signora Lovejoy, la moglie del pastore dei Simpson, che […]

Perché Manzoni è moderno e in classe serve leggerlo

L’episodio di don Abbondio e i Bravi è perfetto per spiegare i problemi del bullismo e delle minacce ai più deboli. Quando Renzo va da don Abbondio e si infuria per il latinorum, ci si può costruire su una bella discussione sull’importanza della cultura come conoscenza vera e non come mazzuolo da usare sugli altri […]

Le mamme apprensive e gli attentati dell’ISIS

Ci si potrebbe leggere di tutto nella geniale trovata di una mamma romana, che, preoccupata che la figlia stesse fuori troppo la sera con gli amici, si è inventata un allarme per possibili attentati dell’ISIS. Si potrebbe chiamare in causa l’ancestrale paura dell’uomo nero che rapisce ed uccide i pargoli, di cui l’ISIS è l’incarnazione […]

Il piccolo e la sabbia (post sul perché gli adulti, in spiaggia, fanno molti più danni dei bambini)

Il bimbo è un puttino al massimo duenne, paffutello e tranquillo. Ha il suo secchiello, è seduto in riva al mare e spatoccia allegro con la sabbia bagnata, impastandola con le manine senza altro fine che divertirsi. Infatti si diverte un mondo e non dà fastidio a nessuno. Finché. Finché non arrivano nonno e padre, […]

Il Sindaco Brugnaro e le famiglie naturali delle favole

Se non ricordo male, Pollicino viene abbandonato dalla famiglia naturale. Cappuccetto rosso lasciata da sola ad attraversare un bosco pericolosissimo da una madre naturale ma si indovina abbastanza idiota. La Bella Addormantata si becca una maledizione da una fata cattiva perché la madre, naturale e scema, fa casino con la lista degli ospiti al battesimo. […]

Riflessione sull’8 marzo, ovvero quanto odio la femminilità. 

Oggi è l’8 marzo, e quindi bisognerebbe scrivere un post su quello che vuol dire essere donna. E invece io voglio scriverlo su quello che non mi piace dell’essere donna. E quello che non mi piace dell’essere donna è la “femminilità”.  No, ma diciamolo una buona volta: ha fracassato le palle, la femminilità. E lo […]

L’insegnante è un vasaio. Piccola parabola su come si insegna a scuola.

Quell’anno il Genitore Professionista a scuola era l’incubo di tutti noi. Il fatto di avere due figli come alunni era per lui l’occasione per mettere bocca su tutto: dalla quantità di compiti da dare a casa, al programma da svolgere a come tenere le disciplina ed organizzare le attività in classe. Non era cattivo, per […]

Gli idioti , il tempo e la poca pazienza

Dev’essere l’età. Potrebbe essere la spiegazione più logica. Più vai avanti con gli anni, più gli anni davanti a te si assottigliano, il futuro che a venti sembrava infinito, a quaranta capisci già che nella migliore delle ipotesi è faccenda di decadi. Quindi ogni minuto che perdi ti infastidisce. No, non ho più molta pazienza. […]

Ma perché gli uomini nelle pubblicità sono così stupidi?

C’è stata un gran polemica in questi giorni sull’immagine della donna negli spot pubblicitari italiani: una donna che è sempre o quasi descritta come una casalinga dedita alla ossessiva pulizia della casa con ogni tipo di detergente, o all’altrettanto ossessiva preparazione del cibo per tutti i membri della famiglia, nonché per parenti, amici e passanti, […]

Scoperte grilline

Nel caldo di Ferragosto Beppe Grillo ha fatto una fenomenale scoperta: Mentre parli devi continuamente e seriamente valutare se ogni parola che stai per pronunciare può urtare la sensibilità di qualcuno: un gruppo religioso, un’istituzione, una comunità, un’inclinazione sessuale, un’infermità, un popolo. Eh sì, Beppe. Si chiama educazione.

I figli so’ piezz d’egoismo

Le quattro donne sono spaparanzate a gambe larghe sui lettini, con microbikini a tanga che lasciano intravvedere ciccette e cellulite degne di essere sepolte sotto un burka, più che esposte in spiaggia, e nascondono sotto improvvisate bandane capelli di colori improbabili. Al collo catenone d’oro, e sulle dita, in bella mostra, la fede nuziale che […]

Il vero gentiluomo si distingue dai particolari

Che quando gli sei seduta accanto, in macchina, e lui, premuroso, dopo aver lanciato una occhiata distratta al tuo sedile, dice: «Mi raccomando, allaccia la cintura, che te la sei dimenticata!», tu pensi: Uh, com’è carino, gentile, quanto si preoccupa per me! Finché non aggiunge: «Che se facciamo un incidente e non hai la cintura, […]

Il reality la scuola e il totalitarismo: alcune riflessioni sui libri di testo, l’educazione e la politica

Tutto si tiene. C’è una sottile coerenza che unisce le due notizie riguardanti il mondo della scuola uscite ieri: l’annuncio di un reality show di Mediaset in cui professori precari saranno assoldati per dare lezioni a somari catodici reduci di Grandi Fratelli ed affini e l’iniziativa patrocinata dall’onorevole Carlucci, volta ad epurare libri di storia […]

Cani e bambini: i veri motivi per cui, alle volte, si preferiscono i primi ai secondi

Siccome sono una persona tendenzialmente gentile, e quando vedo qualcuno in difficoltà mi vien spontaneo dargli una mano, ho deciso di chiarire un paio di particolari a Maria Volpe, che stamattina, sul Corriere, ha scritto un pezzo strappalacrime e strappacuore per lamentare il fatto che nella nostra società (ohimè, ohibò, signora mia che tempi!) i […]

La scuola di Bin Laden

Secondo Berlusconi, “Libertà vuol dire avere la possibilità di educare i propri figli liberamente, e liberamente vuol dire non essere costretti a mandarli in una scuola di Stato, dove ci sono degli insegnanti che vogliono inculcare principi che sono il contrario di quelli dei genitori.” Immagino che Bin Laden sarà contentissimo di questa impostazione. Invece di […]

L’educatrice

La professoressa Chiarobon è una di quelle iatture che purtroppo ti capitano. Non comprendi perché capitino a te, ma te le ritrovi addosso come una maledizione, e l’unico motivo logico che alla fine riesci a darti è che nelle tue esistenze passate devi aver fatto davvero qualche schifezza immensa. Che non immagini nemmeno cosa possa […]

L’Onorevole

Gli amici sono amici. Dunque Diego è un amico, anche se: anche se poi vota a destra, legge il Giornale e soprattutto da qualche tempo – ha cominciato parecchie campagne elettorali fa ed ora è stato finalmente confermato e messo in regola dopo anni di nero – lavora nell’ufficio stampa dell’Onorevole. L’Onorevole, da noi, non […]

Licenze

Metà degli Italiani ha solo la licenza media. Per questo sospetta di quegli sporchi intellettuali chiusi nella casa del Grande Fratello. Metà degli Italiani ha la licenza media. E viene guardata con invidia dagli altri, che non sono mai riusciti a finire le elementari. Metà degli italiani ha la licensa…cioè la licenzza … no aspetta […]