La Storia è complicata, la politica è semplice. Del perché la crisi non si risolve con Renzi

La colpa. Si cerca sempre la colpa. Di qualcuno, o di qualcosa. Se l’Italia arranca, non gira, non gliela fa, perde colpi a livello internazionale, politico, economico arriva sempre il politico di turno, che si chiami Berlusconi, Renzi, Salvini, Grillo, persino Monti nel suo piccolo, che spiega con sicumera che è la colpa sta lì, […]

La zia Carolina e la fame dell’Africa

«Mangia, che i bambini in Africa muoiono di fame!» Io da piccola, lo confesso, mangiavo poco. Poco almeno per gli standard del resto della mia famiglia, dove l’appetito era un dono genetico, e il più morigerato dei cugini si sbafafa a pranzo quarti di bue prima ancora dello svezzamento, figuriamoci dopo. La zia Carolina, per […]

Le facoltà umanistiche che non servono e il luminoso futuro italiano basato sulle idee di Stefano Feltri

Oggi, su Valigia Blu, Antonio Scalari cerca di spiegare seriamente a Stefano Feltri che la sua idea di dissuadere i giovani ad iscriversi alle facoltà umanistiche non sta in piedi. Lui lo fa appunto seriamente. Io invece mi limito, applicando le leggi dell’economia, a immaginare lo scenario futuro se le idee di Feltri venissero applicate. […]

Platone o l’economia, il dilemma della riforma della scuola in Spagna

Sia ben chiaro, io li capisco, i banchieri spagnoli. Non è che il ragionamento sia del tutto sbagliato. Tu sei un banchiere, in un paese che sta andando economicamente a catafascio. Hai centinaia di padri e madri di famiglia che non riescono più a versarti una rata del mutuo a fine mese, o l’affitto. Dei […]

Tutto quello che fanno gli archeologi

Questo post non è una vera e propria recensione, anche perché sarei in palese conflitto di interessi, dato che i due autori/curatori del libro di cui vi parlo li conosco troppo bene e li adoro: Cinzia dal Maso è da sempre una delle mie migliori amiche e Francesco Ripanti è un ragazzo sveglio, sveglissimo che […]

Renzi e il gioco delle tre carte

Non essendo una grande esperta di economia, può darsi che mi sfuggano le sottili implicazioni delle meravigliose proposte renziane, che dovrebbero rivoltare il paese come un calzino. Per esempio, a noi insegnanti promette di premiarci per i nostri “meriti”, che però non è chiaro in cosa consistano secondo lui. A leggere le proposte di riforma […]

Stipendi polacchi

Il problema che pare sfuggire, a chi propone agli operai dell’Elettrolux di accettare “stipendi polacchi”, è che, per farlo, bisognerà anche garantire poi loro case con affitto polacco, supermercati con prezzi polacchi, costo della vita polacco. Ma ho il sospetto fondato che i proprietari di casa, i padroni dei supermercati, i negozianti e tutti gli […]

Lezioni pratiche di economia domestica

Il vecchietto è in coda al supermercato, e guarda il mondo con occhio grifagno, perché è uno di quei vecchietti rancorosi che sognano qualcuno che cerca di passare loro avanti in coda per poterlo prendere a male parole. Gli si affianca invece una signora bonaria, forse una vicina di casa, che lo saluta e gli […]

Le logiche conseguenze di Marchionne

Ci sono dei momenti in cui ti fermi un attimo, rileggi una frase, perché ti coglie il sospetto che qualcosa nella logica del ragionamento non fili. O meglio, l’assunto magari è anche credibile, ma c’è qualcosa nel modo di tirare le conclusioni che non torna. Tipo che si è trascurato un dato fondamentale di cui […]

L’inglese di Mercedes, ovvero come arrampicar si sugli specchi

Comunque io volevo dire una cosa a mio cugino, che sono anni e anni e anni che mi prende in giro, perché quando avevo quattordici anni e lui ascoltava solo buon rock, io invece comprai un disco di Nick Kamen, e lui ancora con questa cosa va avanti a sfottere. Ecco, io gli volevo dire: […]

L’ordinatore di armadi, il compratore di Mercedes e altre figure della crisi a Nordest

«Su, dài, basta, andiamo a fare un giro di shopping, ti ci vuole!» dice Giulia con il tono perentorio che usa quando il giro di shopping, in realtà, ha voglia di farlo lei. «E dove andiamo, Mestre?» «Noooo, per caritàààà, non c’è nienteeee!» «Venezia?» «Nooo, scherzi, troppi turistiiii!» «Allora Treviso?» «Eh ecco, sì. Treviso mi […]

Decrescita infelice

Agata e Francesco, per esempio, sono due brave persone. Ma adorabili, eh. Ci conosciamo da valanghe di anni, da quando eravamo al liceo e loro si sono messi assieme. Han continuato a stare assieme per tutta l’università, poi hanno cominciato a collaborare con le associazioni no profit _ contratti precari uno dopo l’altro – poi […]

La Signora Pina e la sindrome di Monti

Scena: il salotto di casa Pattaro. Personaggi: La Signora Pina, la nipote Carlotta. Carlotta:«E insomma, Giovanna è disperata, zia.» Signora Pina: «E perché, povera creatura?» Carlotta: «Be’ tu sai tutto il casino che le aveva combinato quello stronzo di suo marito, no? Che l’ha mollata con tre figli piccoli, portandosi via tutti i soldi del […]

Il Leghista del Vaporetto, ovvero il lato sbagliato della globalizzazione

Il Leghista del Vaporetto lo abbiamo soprannominato così perché ormai fa parte della dotazione del natante da almeno una decina d’anni: nessuno ha mai capito cosa faccia, se vada al Lido per lavoro o per andare in spiaggia, anche se si presume la seconda, visto il suo perenne abbigliamento in camicia aperta e calzoncini; ma […]

La Grecia, Pericle e la democrazia dello spread

A voler essere precisi e guardare il soldo netto, la democrazia ateniese di Pericle si basò sul fatto che Atene poteva finanziare se stessa rubando a man bassa ai suoi alleati. Senza i soldi del tesoro di Delo, fatto portar via dall’isola omonima con la scusa che altrimenti là se lo potevano fregare i Persiani, […]