Coscienza di classe. Ovvero come si diventa di sinistra, a scuola e come vanno trattati i figli dei dottori.

Dacché lo conosco, ho sempre considerato Enrico una persona adorabile. È uno di quegli uomini rari che hanno gli occhi trasparenti come l’anima, ed una bontà così istintiva e tenace che ti domandi sempre come abbia fatto a sopravvivere cinquant’anni in questo mondo. Contando che si occupa e si è sempre occupato politica, poi, è […]