Stagioni precarie, ovvero gli dei al tempo del Job Act

«Arghm, coff, coff… aufff! Ce l’ho fatta ad arrivare….» «Abbella, a la buon’ora! Sta’n ritardo de quasi ‘na settimana…» «Ah, lo so, Giove, scusami, ma te nun te rendi conto…n’ingorgo de perturbazioni, ‘n macello, er raccordo anulare ‘ntasato… era dai tempi de Annibale che nun se vedeva ‘n casino simile! Comunque mo so’ arrivata, famo […]

Spiegatemi due o tre cose sul Job Act

Spiegatemelo, per favore, perché da sola non ci arrivo. Spiegatemi perché con il Job Act, improvvisamente, i contratti dei precari dovrebbero essere automaticamente trasformati in assunzioni a tempo indeterminato, dato che le varie tipologie di contratti precari, e provvisori, non sono state abolite, e continuano a d essere più convenienti per le aziende. Spiegatemi perché […]

Charlie Hebdo, la satira e il copyright

Sull’onda dell’indignazione per l’attentato a Charlie Hebdo, uno s’inventa un premio per le vignette satiriche, dicendo però che saranno escluse a priori le vignette che possano risultare offensive contro le religioni, che è un po’ come dire che si farà un film porno, però le scene di sesso no. L’altro, più sottile, visto che è […]

Il gesto politico di pagare quanto dovuto a chi lavora

Davide Faraone, che se non lo sapete è sottosegretario e si occupa di Istruzione, ha mandato nei giorni scorsi un comunicato stampa trionfale per annunciare una sua vittoria: è riuscito a far aggiungere al bilancio 64 milioni di euro per pagare le supplenze già effettuate dai docenti precari. Il corsivo è mio. Chiarisco, se non […]

L’educazione sessuale cristiana e la ristrutturazione edilizia

Girava ieri su Facebook un post preso da Famiglia Cristiana, in cui il giornale diffondeva un preciso e circostanziato decalogo ai genitori, per spiegare loro come difendere i figli dai gravi pericoli che possono correre a scuola. Quali, vi chiederete voi. Forse il bullismo? O i pericoli fisici di crolli, dato che le strutture scolastiche […]

I neo papà discriminati da Renzi

Ho un problema tecnico con il bonus di Renzi promesso alle neo mamme. Che non sta nel fatto che è l’ennesima promessa, e nemmeno che 80 euro al mese per un bebè sono una goccia nel mare. È che non capisco perché il bonus lo ha promesso solo alle neo mamme. Mi risultava che i […]

Le donne che lavorano e la madre dei cretini

E’ inutile, succede sempre. Non appena su FB (ma anche al bar, solo che su Facebook è più evidente) si posta qualcosa sulla condizione della donna e sul problema delle carriere al femminile, arriva sempre il tizio che commenta dicendo che il mondo va male e le famiglie si sfasciano perché le donne non stanno […]

La nostalgia del taci, idiota.

Lo confesso, ogni tanto credo di avere nostalgia dei vecchi partiti. Quelli un po’ ipocriti ed imbalsamati della Prima Repubblica, che erano corrotti, pieni di ladri, sì, ma anche con un qualche codice ferreo al loro interno, che imponeva, alle volte anche a calci nel sedere, un rigoroso stile ai propri rappresentanti, proprio perché erano […]

I figli so’ piezz d’egoismo

Le quattro donne sono spaparanzate a gambe larghe sui lettini, con microbikini a tanga che lasciano intravvedere ciccette e cellulite degne di essere sepolte sotto un burka, più che esposte in spiaggia, e nascondono sotto improvvisate bandane capelli di colori improbabili. Al collo catenone d’oro, e sulle dita, in bella mostra, la fede nuziale che […]

Finché non l’hanno stuprata

Dal tg2 di questo pomeriggio ho appreso, con grande stupore, che Franca Rame, era una donna che “approfittò della sua bellezza per imporsi all’attenzione, finché non fu stuprata”. Ora, per quanto ne so io, Franca Rame può anche non risultare particolarmente simpatica, ed è lecito non condividere in toto o in parte le sue idee, […]

Fidanzatino no!

Sentite, cari giornalisti, chiariamo una cosa: se un diciassettenne uccide la sua ragazza sedicenne bruciandola viva perché è geloso, non lo si può chiamare “fidanzatino”, come se fosse un bimbo innocente che ha incautamente fatto un gioco finito male con la morosetta smorfiosa. Assassino o spietato omicida sono gli unici termini coretti. Usateli, cazzo.

Un dubbio su Fazio, la Littizzetto, Saviano, i gay e i ragazzi del sud

Lo confesso: mi sono sentita in profondo imbarazzo. Ieri sera, quando, a Che tempo che fa, la Littizzetto ha cominciato a prendere in giro Fabio Fazio per la sua copertina con Saviano, dicendogli: «Ma eravate appiccicati, parevate due finocchi!», ho provato un profondo disagio. E quando Fazio, per metterci la pezza, ha aggiunto: «Ma non […]

Il luminoso sol dell’avvenire di Romiti

É interessante sentire Romiti che elogia il sistema Cinese, dicendo che se il Comunismo fosse quello che c’è in Cina lui ci si potrebbe adattare. È bello sapere che l’ideale di quest’uomo e di molti altri sia un regime in cui i diritti e le libertà degli individui sono negati, la democrazia non esiste, però […]

Del senno di poi i loculi sono vuoti

Nel Comune di Castellanza pare che sia stato rifiutato al convivente gay di un defunto il permesso di poter comprare il loculo vicino a quello del compagno, perché tale diritto, ha fatto notare il rigido e ligio Assessore ai Cimiteri, è riservato solo ai parenti, ed i conviventi, gay o eterosessuali che siano, parenti non […]

Piccoli dubbi di economia spicciola in tempi di crisi

Io, per esempio, di economia non so una cippa. Le uniche cose che so sono quelle che ho imparato dovendo fare i conti con il mio stipendio e il mio borsellino. Esattamente come tanti altri milioni di Italiani che non si intendono di finanza e di mercati, ma vivono così: con uno stipendio a fine […]

La loro legge sul testamento biologico

Ai 278 deputati che ieri han votato sì a questa immonda legge sul testamento biologico auguro di trovarsi dalla parte del paziente, dopo che è stata approvata la loro legge. Auguro loro di finire in stato di incoscienza, senza nessuna speranza di tornare quelli che erano prima, fra lo strazio dei parenti; auguro loro medici […]

Mobilio anticostituzionale

Scena: il salotto di casa Pattaro Protagonisti: la Signora Pina e sua nipote Linda. «Zia, mi accompagni al Centro Commerciale? Sai, devo comprare le sedie per la casa nuova! Sono così eccitata di andare a vivere da sola, finalmente!» «Mah, non lo so, sai…vai a vivere da sola, mica ti sposi…non mi sembra il caso […]