L’Onorevole, le tangenti e le leggi di House of Cards alla veneta

L’Onorevole è in macchina, come sempre. Non ricorda nemmeno più da quanto quel Suv, o meglio l’antenato del Suv di oggi, è diventato la sua casa itinerante, e Giacomo, l’autista, il suo compagno di vita. Fatto sta che sono lì, tutti e due, da anni, chiusi nell’abitacolo, uno davanti e l’altro dietro, a correre di […]

Solidarietà a Giuliano Bastianello, ovvero di energumeni, popolo e Kasta citati a cavolo sotto elezioni

Conosco Giuliano Bastianello da diversi anni: quando ero cronista mi occupai della sua vicenda giudiziaria. Era un imprenditore che aveva partecipato ad un bando di gara comunale per dei restauri. Vinse, ma non riuscì mai ad effettuare i lavori, perché questi furono affidati ad altri. Bastianello, invece di stare zitto come tutti gli consigliavano, denunciò […]

La politica del terrazzino

Dunque c’è stato l’Expo dove hanno arrestato gli stessi tangentisti di vent’anni fa, che tangentavano anche vent’anni dopo. Tutto infatti si può dire del Compagno G, ma non che non sia un uomo coerente e fedele alla linea. Poi c’è stato l’ex ministro Scajola, anche lui coerentissimo, perché la volta scorsa non sapeva che gli […]

Il sindaco Taragnin e gli appalti che non sono beneficenza

Piove. Viene giù un’acqua, ma un’acqua che sbatte come un mitraglia sui vetri delle finestre del Municipio e il Sempresindaco Taragnin, di solito così sensibile a tutti i rumori di fondo – tanto che i collaboratori han l’ordine di girare le pagine tutte assieme quando sono in riunione – normalmente starebbe già gracchiando che non […]

I topi e la nave: imperi che scricchiolano e fedeltà al padrone a Spinola

Ora che l’impero Crespano scricchiola, a Spinola i cigolii si sentono ovunque, figuriamoci se non echeggiano nelle palazzine di Anselmo Pedron, che già di loro, quanto a crepe ed infiltrazioni, son ben messe in partenza. Il buon Anselmo dei Crespano è sempre stato factotum e prestanome, nel senso che dove non potevano apparire loro con […]

Flusso di (in)coscienza. Le intercettazioni ai tempi di Silvio B.

Uno che è l’amante della moglie,  telefona al marito, dicendogli che la moglie, cazzo, non deve andare in giro con la borsetta da cinquecento euro, perché sono indagati, e i soldi e le consulenze ottenute a cazzo, insomma, sì, devono stare zitti ma anche non farsi notare, e chiamare dalle cabine telefoniche, che non ci […]

Pornosegretarie

La segretaria di sezione toscana del PD s’è scoperto che nella vita faceva saltuariamente l’attrice porno. Sebbene si fosse fatta riprendere con una mascherina sul volto, qualcuno l’ha riconosciuta nelle scene hard, ed ha segnalato il caso al Partito. Il quale partito ha subito fatto pressioni perché la segretaria presentasse le dimissioni, ma ne è […]

La nuova politica della signora D’Addario

Di tutto quello che ha detto la D’Addario ieri pomeriggio, intervistata dalla Annunziata su Raitrè, a me confesso ha colpito solo una cosa: la motivazione che la ex escort, divenuta celebre per essere stata la prima a raccontare qualcosa sulle notti folli di Berlusconi, ha dato per giustificare la sua prossima entrata nell’agone politico: “Ho […]

La nostalgia di Cetto

Ieri sera, dopo reiterati tentativi in più cinema, abbiamo rinunciato ad andare a vedere il film di Albanese: non c’era posto. Guardando tutta quella gente in fila, mi sono chiesta se volessero vedere Qualunquemente perché era una fotografia azzeccata e precisa della classe politica italiana contemporanea o piuttosto se non fosse perché, rispetto a quello […]

Il Postulante accademico

“Mi accompagna fino alla stazione, dottoressa?” Il Vecchio Barone, fermo in piedi sulla porta del suo studio, ha già la valigetta in mano. La sua, sebbene corredata di un punto interrogativo di cortesia, non è una richiesta, ma un ordine: come sempre in partenza per un qualche convegno, ha bisogno di parlarmi, ma non ha […]

Il Re Sole e le lampadine, ovvero Silvio e l’umana ingratitudine dei satelliti

Che poi io, a Berlusconi, questa volta lo capisco. Direi di più, quasi lo compatisco, addirittura. Ma come, porca paletta! Li ha tirati su dal niente, alcuni pescandoli fra le terze file così terze file della Prima Repubblica che manco i loro compagni di partito si erano mai accorti che c’erano. Li ha in pratica […]