I giovani che non arrivano al potere e il problema dell’innovazione ingessata

Stamattina leggevo questo post di Stefano Quintarelli, ben ricco di dati e di analisi, e riguardante l’eta media in cui in Italia si arriva al “potere”, se per potere si intende la nomina in uno dei posti chiave (agenzie, banche, etc.) da cui poi è fisicamente possibile prendere decisioni e dare indirizzi per cambiare davvero […]

Un paese di vecchi

Il problema non è che siamo un paese di vecchi. Il problema è che siamo un paese di vecchi i quali assommano, al naturale e comprensibile rincoglionimento dovuto all’età, quello ancor più naturale ed intrinseco che si portano addosso dai tempi della gioventù, perché nella stragrande maggioranza dei casi essi sono arrivati ai posti di […]

La credibilità delle tette al vento

Stamattina apro il computer, scartabello un po’ di giornali on line, su uno trovo il solito articolo sulle beghe femminili dentro al Pdl, con la Prestigiacomo che se la piglia con la Santanché, lamentando che nei suoi confronti e in quelli della Carfagna si sta usando il “metodo Boffo”: locuzione elegante per indicare, in questa […]

L’oscuro oggetto dello scambio

Dalle colonne di Il Giornale l’avvocato Taormina, uno che ne sa molto sui metodi di selezione della classe dirigente praticati nel centro destra, spiega che il 15% delle deputate Pdl è diventato tale (cioè deputata) dopo essersi concessa sessualmente (vulgo, spiega Taormina, sempre preoccupato che a qualcuno il testo possa rimanere oscuro: l’hanno data). Nell’enclave […]

Ci vuole più meritocrazia, ci vuole.

La signora è seduta accanto a me, assieme ad una sua amica, e aspetta pazientemente il suo turno. Mentre aspetta, con sulle ginocchia aperto un numero di qualche rivista di gossip, parla. “Eh – commenta indicando la foto di un ministro o di un altomanager che non identifico, accompagnato da una sventola a me parimenti […]

Nomi da classe dirigente

Di Jacaranda – o Jakaranda – ce n’è una, che ci par faccia Caracciolo, o anche Falk. Di Lupo c’è il Rattazzi, e forse un altro paio. Di Lapo solo lui, quello Elkan, e il Pistelli dell’Europarlamento. Di Azzurra c’è quella del cemento e dei giornali. Di Samaritana quella biblica del pozzo, e la Rattazzi, […]