Le parolacce degli antichi

Quando uno deve scrivere un dialogo, uno scambio di battute, una scena ambientata Ieri ero stanca, tanto stanca. Solo chi ha a che fare con i ragazzini può capire la spossatezza di tenerli in classe le ultime due ore di lezione, da mezzogiorno alle due, Quando suona la campanella sei sfibrata. Vuoi una sola cosa: […]

Cicerone, l’avvocato che non riuscì a farsi re.

Non lo so perché, non mi riesce a stare antipatico. Eppure le ha tutte, lo ammetto, le caratteristiche per farsi giudicare insopportabile: retorico, trombone, arruffone, vanitoso, noioso, magniloquente, pavido, intrigante, sconsideratamente furbastro o stupidamente ingenuo, a volte viscido e tendenzialmente destrorso. Ma è più forte di me: dai tempi del liceo, confesso, per Cicerone ho […]