Di Maio, Calabresi e la politica di Petrolini

Ora, diciamolo: sbagliare un nome può capitare. Quindi io capisco il povero Luigi di Maio, che dovendo querelare Mario Calabresi, direttore di Repubblica, si ė sbagliato e ha scritto Luigi, che era il padre di Mario, nonché il celebre commissario Calabresi, ucciso più di quarant’anni fa. Ma quella benedetta querela, prima di essere inviata, sarà […]

Complotti al tofu: pesto, scie chimiche e templari.

Va bene, mi arrendo, sono disposta ad accettare tutto. Dopo anni di cecità intellettuale, ho finalmente capito i miei errori. Avete ragione voi. La terra è piatta. Che sia un pianeta tondo e vagante nel cosmo lo poteva credere solo quel patacca di Galileo, con gli amici suoi Copernico e Keplero, che già dai nomi […]

Sono troppo vecchia per fare la giovane. Ritratto di una generazione confusa.

Sono troppo vecchia per fare la giovane. La consapevolezza arriva così, come una mazzata. Almeno in questa Italia nostra stralunata e confusa, in cui fino a quarantacinque anni vieni presentata come una giovane promessa e una ragazzina. Una paese in cui adulto è quasi una parolaccia: passi dall’adolescenza alla vecchiaia senza transitare per la maturità. […]

Lo struscio e lo shopping: panoramica umana e canina di inizio saldi.

Lo struscio saldifero a Spinola è composto di due elementi imprescindibili: guardare le vetrine e mettercisi. Dopo l’abbiocco natalizio fatto di mangiate e mangiate, stomaci che scoppiano per il troppo cibo e pazienze che trovano il proprio limite per troppa e concentrata frequentazione dei parenti, l’Epifania viene cara come un “mea libera tutti!”. Il falò […]

Gli ignari

Ci sono quelli come Scajola, che si ritrovano con una casa pagata da altri, e non sanno nemmeno da chi. Ci sono quelli come il figliolo di Bossi, che si ritrovano con una laurea comprata, come gentile presente. Ci sono quelli che si ritrovano dentro ai Consigli di Banche ed Enti e non sanno chi […]

Matteo Renzi e la disintermediazione che ti frega

Ieri Matteo Renzi per un certo numero di minuti è stato lì, in diretta, su Fb, con l’hashtag #matteorisponde, a rispondere, appunto, alle domande del pubblico, o meglio ancora della “gente”. Niente giornalisti, nessun filtro, almeno in apparenza: un grande esercizio, per come è stato presentato, di democrazia. Uno e uno, il premier e noi […]

Qualche suggerimento al Cardinal Bagnasco per le prossime elezioni papali

Comunque, Cardinal Bagnasco, sarebbe ora che pure voi l’elezione del Papa la rivedeste un po’. Per esempio, una location bella come la Sistina, è un peccato sprecarla con quella roba che siete chiusi solo lì, senza telecamere, senza cellulari, che non ci si può fare non dico un Grande Fratello, ma nemmeno un Periscope. E […]

Perché Manzoni è moderno e in classe serve leggerlo

L’episodio di don Abbondio e i Bravi è perfetto per spiegare i problemi del bullismo e delle minacce ai più deboli. Quando Renzo va da don Abbondio e si infuria per il latinorum, ci si può costruire su una bella discussione sull’importanza della cultura come conoscenza vera e non come mazzuolo da usare sugli altri […]

Perché Stars Wars non lo possiamo pensare in Italia

Sono appena stata a vedere l’ennesima puntata della saga di Stars Wars, e finalmente ho capito perché questi giocattoloni romanzeschi non riusciamo nemmeno a concepirli in Italia. È che con i tempi che corrono se nella famiglia Camminatoredistelle il figlio Luca annunciasse ai genitori di voler studiare da Jedi, mamma e papà gli direbbero: «Ma […]

Del perché gli alunni ( e gli insegnanti) devono avere molte vacanze

Lo so che quello che illustrerò sarà un concetto ostico per i più: ma credetemi, da docente, io sono assolutamente favorevole alle vacanze, anche “lunghe”, sia per gli studenti che per i professori. E non perché io sia una fannullona, o una amante del passato: alla base della mia convinzione ci sono delle esigenze meramente […]

Stagioni precarie, ovvero gli dei al tempo del Job Act

«Arghm, coff, coff… aufff! Ce l’ho fatta ad arrivare….» «Abbella, a la buon’ora! Sta’n ritardo de quasi ‘na settimana…» «Ah, lo so, Giove, scusami, ma te nun te rendi conto…n’ingorgo de perturbazioni, ‘n macello, er raccordo anulare ‘ntasato… era dai tempi de Annibale che nun se vedeva ‘n casino simile! Comunque mo so’ arrivata, famo […]

Dieci cose che non sopporto quando si parla di scuola

Da docente, ma anche da cittadina e da ex alunna, ogni volta che si parla di scuola confesso che mi prende l’intorcolo di stomaco (non si dice intorcolo? sì, si dice, è quella roba che mi viene quando si parla di scuola). Finisce che baruffo, baruffo con tutti, a Destra e a Sinistra, perché, quando […]

Charlie Hebdo, la libertà di parola e il problema di Barbara D’Urso.

Che poi, secondo me, tutti questi problemi con la satira di Charlie Hebdo e le vignette blasfeme si potrebbero capire meglio se cambiassimo per un attimo il soggetto. Sostituiamolo, per dire , con Barbara D’Urso. Ora io Barbara D’Urso, è più forte di me, non la reggo. Non guardo i suoi programmi, li critico, mi […]