Le spese immorali e i detti della mia nonna

Questa faccenda del reddito di cittadinanza e di Di Maio che assicura che controlleranno bancomat per bancomat per assicurarsi che chi lo riceve non ci compri “cose immorali”, mi ricorda molto una storia che successe con la mia nonna. La mia nonna non era certo ricca, ma quando incrociava un povero per strada che chiedeva […]

È del PD, non può essere razzista

«Quindi, hai capito, erano tutte balle, non era una aggressione razzista!» «Scusa, Piermaria, non ho capito: hanno tirato delle uova addosso ad una ragazza nera per strada (incidentalmente era una campionessa sportiva, ma loro non lo sapevano, avevano visto solo una ragazza nera per strada). Come fai ad escludere che ci sia dietro un ragionamento […]

La discriminazione e la maglietta rossa

Se ieri hai messo una maglietta rossa per esprimere solidarietà ai migranti che affogano in mare, oggi ci sono quelli che ti criticano perché  così hai compiuto un atto di feroce discriminazione contro gli italiani poveri, i terremotati, gli anziani abbandonati nelle case di riposo,  gli esodati,  i disoccupati, insomma tutte le altre categorie non […]

Programmi di Governo

«Senti, ma come ne veniamo fuori?» «Usciamo di nascosto dalla porta di servizio? Chi vuoi che ci veda?» «Eh, magari. Il vecchio è furbo, ci ha piazzato i corazzieri suoi a controllare.» «Azz. Cioè non ci fa uscire finché non scriviamo questo benedetto programma di governo? Ma porca zozza, che ci scriviamo? Quello che va […]

Il vangelo e i ciucci

A me sinceramente non scandalizza che uno faccia campagna elettorale e cerchi di prendere voti giurando sul Vangelo, perché nel corso della Storia sul Vangelo hanno giurato i peggiori psicopatici ed assassini, a cominciare da quel Costantino che sdoganò il cristianesimo e nel contempo ha allegramente sterminato numerosissimi nemici, ex amici e persino una buona […]

La giornata della memoria serve ancora a qualche cosa?

Per anni ci hanno parlato a scuola di Olocausto, dei morti nei lager, del Nazismo. E noi abbiamo ascoltato, diligenti, ma certi che in fondo fosse un brutto incubo del passato e non potesse tornare più. Le nostre famiglie e i nostri genitori ed amici erano tutte persone educate e perbene, e i nazisti qualcosa […]

Come sono cambiati i requisiti per la carriera politica attraverso i secoli

Ai tempi del Medioevo per intraprendere la carriera politica con successo ci volevano antenati cavalieri che avessero seguito l’imperatore in qualche impresa o per lo meno avessero ammazzato un drago. Nel Cinquecento bisognava essere aristocratici colti e mecenati delle arti, o spregiudicati condottieri di ventura. Nel Seicento abili cortigiani capaci di indovinare velocemente se Franza […]

Cari amici del PD provate con Marlene

Cari amici del Pd, Se proprio volete organizzare una manifestazione il 25 aprile, giorno della Liberazione, senza citare la Liberazione ma inventandovi dei “patrioti europei” a cui inneggiare tramite cartelli, vi consiglio almeno di evitare di metterci dentro Coco Chanel, che sara anche molto fashion, ma per tutta la guerra a Parigi fu amica di […]

L’età della signora Macron

Gran parte degli italiani sta ridacchiando apertamente sul fatto che il candidato francese Macron è sposato con una signora che ha vent’anni più di lui. Uno così deve essere proprio un ragazzino influenzabile, pensano, se si è preso una donna vecchia per compagna e non l’ha per giunta ancora sostituita con una più giovane.
Vorrei far sommessamente notare

Fakenews, ovvero il Supremo Tribunale Anti Bufale del Popolo Sovrano (atto unico)

  Palazzo di Giustizia, enorme aula in penombra, appena appena rischiarata da finestroni che fanno entrare luce livida; al centro, ampio tavolo dietro al quale ci sono due uomini che stanno consultando incartamenti per buttare giù un ordine del giorno. Il Presidente si schiarisce la voce e inizia con tono solenne ma cantilenante. «Bene, cominciamo. […]

Quello che fa un Governo (quando viene ucciso un terrorista islamico) 

Quindi, ricapitolando: due agenti di polizia nel corso di un controllo incrociano per caso e uccidono un pericoloso attentatore che aveva compiuto un massacro a Berlino ed era tornato in Italia probabilmente perché qua, dove era già stato in carcere, poteva contare magari su qualche legame o complice. Si tratta di un pericoloso terrorista islamico […]

Riassunto della settimana: quello che non serve in italia

Per fare il Ministro dell’Istruzione in Italia non è richiesta la laurea. A dire il vero neanche il diploma. Probabilmente, a questo punto, nemmeno la terza media. Anzi, neppure la licenza elementare. Insomma, via, nemmeno aver mai messo piede in un’aula scolastica. Del resto in politica l’unica aula che devi aver frequentato è da sempre […]

Otto banche e un referendum: i misteri di Renzi Town

Io son venuta su a pane e Sherlock Holmes, ho masticato gialli di Agatha Christie come se fossero biscotti per la colazione, ho letto Van Dine, i vedovi di Asimov, tutte le indagini di Dupin del buon vecchio Edgar Allan. Ho digerito l’Uomo Ombra di Hammet, i Giusti di Wallace, non hanno segreti per me […]

Lo stomaco dell’Onorevole

Brucia. Uh, come brucia. Un senso di calore che attanaglia il piloro e poi risale e riscende, fino a toccare l’anima. «L’anima dei so’ morti cani!» sibila l’Onorevole, mentre la mano corre veloce alla tasca e ripesca dagli anfratti della fodera un blister di antiacido. Il Portavoce annuisce, silenzioso. È da due mesi che vivono […]

Trump ed Epicuro

La grandezza del pensiero degli antichi Greci si misura col fatto che Epicuro aveva già capito che l’Universo è un cumulo di atomi che si incrociano a caso creando collisioni senza alcun senso e logica. E tutto questo senza nemmeno sapere che un giorno avrebbero eletto presidente degli USA Donald Trump. 

La crisi italiana e la app per andare in bagno

“E allora come va nella nuova sede?”Carlo ha la faccia lunga e stanca come se gliela avessero passata sotto un rullo per la pasta. “Non me ne parlare.” Sillaba. È ingegnere informatico, Carlo. Mente brillante, laureato col massimo dei voti, dirigente da anni ed impegnato nello sviluppo di progetti di alta tecnologia, è anche un […]

Di Maio, la crisi italiana e l’analfabetismo funzionale che ci frega

Di Maio, quindi, non capisce le mail che gli inviano. Su questa dichiarazione si potrebbero fare migliaia di battute, ma da insegnante purtroppo trovo che ci sia poco da ridere. Fa parte, l’onorevole, per sua esplicita e candida ammissione, di quel 47% di Italiani che non sono in grado di comprendere testi semplici e capirne […]