Tre bimbi vestiti di rosso

Li hanno vestiti di rosso, perché speravano così che in mare sarebbero stati più visibili, e sarebbero stati salvati.

Non è bastato. Non sono bastati i vestitini rossi e le scarpine allacciate con amore per salvarli dalla paura, dall’acqua e dalla morte.

Pensateci, voi che avete commentato sotto l’immagine di quei poveri corpicini scrivendo: “Tanto vale che siano morti, tanto qui sarebbero diventati delinquenti e spacciatori”.

Pensateci, ogni volta che allacciate ai vostri figli le scarpine, ogni volta che scegliete per loro un vestitino, un maglione, un paio di calzettoni.

Pensateci, voi che con quei gesti vi definite buoni padri e madri, e brave persone.

Pensateci, e pregate che i vostri dei siano più magnanimi di voi e il fato non voglia rendervi la pariglia.

Pregate che non vi tocchi mai allacciare scarpine e scegliere il colore di un vestito sperando che questo possa forse evitare ai vostri figli la morte.

Erano vestiti di rosso, erano tre bimbi.

Non fate finta che la cosa non vi riguardi, non è così.

Annunci

14 pensieri su “Tre bimbi vestiti di rosso

  1. Grazie per questo post. È orribile che si sia perso il senso della umanità. È orribile che chi scrive certe cose non si vergogni più. È necessario che tutti quelli che vogliono che torni la solidarietà e la umanità si facciano sentire, in tutti i modi possibili. Il silenzio porta alla rassegnazione e non possiamo permetterlo.

    Piace a 1 persona

  2. Grazie per questo post.
    Stiamo perdendo la nostra umanità, e come effetto collaterale anche la capacità di vedere le cose su tempi lunghi.
    Questo ci impedisce poi di pensare a soluzioni sostenibili e ci rinchiude in un rancore autodistruttivo e sterile

    Piace a 1 persona

  3. Il cinismo (volgarmente inteso) è un atteggiamento estremo decisamente umano che, nelle dosi adeguate, compensa gli umani eccessi in senso opposto.

    [“Pregate che non vi tocchi mai (…)” : non so se considerare questo passaggio come un auspicio o una minaccia.]

    Piace a 2 people

  4. Per non dire anche che chi li mette al mondo senza avere mezzi/possibilità/alternative/istruzione dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza, se ce l’avesse.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.