L’estate del nostro scontento

temporale

«Dice che arriva alle cinque.»

«Ma siamo sicure? Non è che come l’altra volta promette promette e poi niente?»

«No, no, guarda sul cellulare…»

«Sarà, ma secondo me tira la sola come sempre. Non è affidabile. Non se ne può più.»

Giulia sbuffa per il caldo, e io pure. Manco quando avevamo sedici anni e doveva arrivare in spiaggia l’amico figo eravamo in ansia tanto quanto oggi per l’arrivo del temporale che deve mettere fine a Lucifero.

Annunci

3 pensieri su “L’estate del nostro scontento

  1. Stavolta siamo sicuri sicuri: mia madre ha lavato tutte e due le terrazze, mio padre ha lavato la macchina e io sono stata ieri dalla parrucchiera. Se non piove, possiamo almeno dire che abbiamo fatto del nostro meglio.

    Liked by 1 persona

  2. Qua una mia vicina, in un attacco di virtuosismo, ha pazientemente innaffiato tutta la sua vasta collezione di piante grasse che stanno all’aperto oltre ad aver teso un ricco bucato – ma per ora i suoi sforzi sono stati inutili.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.