Renzi come Blair

Pare che Vougue abbia dedicato un articolo entusiasta a Renzi, dicendo che è un uomo iperattivo in un continente lento, e assomiglia molto al Blair degli anni ’90.

Pare che siano convinti sia un complimento, chissà perché. 

10 pensieri su “Renzi come Blair

  1. Il fatto che sia visto come un complimento mi preoccupa, primo perché un complimento a Renzi è un insulto, secondo perché chi considera Blair modello posiitivo a mio parere ha seri problemi.

    Mi piace

  2. Di Blair si parla un gran male solo ex post. Mi sembra proprio tutt’altra storia quella di Renzi. Ah ma forse la somiglianza sta nella “gioventù” e nell’iperattivismo? Proprio un confronto da rotocalco, non a caso…

    Mi piace

  3. Però vorrei sapere, al netto di tutte le critiche che si prende Renzi, alcune meritate, per carità, altre per puro spirito di contraddizione, altre ancora per partigianeria (e potremmo continuare), quale sarebbe l’alternativa a lui nell’attuale panorama politico.
    Capisco che sia un punto di vista triste, ma bisogna partire dai fatti così come sono e non come vorremmo che fossero o dovrebbero essere (lo so, non è mia).
    In quanto al paragone, non mi sembra particolarmente felice, ma da un certo punto di vista un complimento lo è davvero, se pensiamo a quanto paludati siano normalmente i nostri politici. Fare male è preferibile a non fare, per quanto mi riguarda.

    Liked by 2 people

  4. Renzi ha i suoi limiti, ma è comunque molto meglio (o meno peggio se vogliamo). Le bugie sulle armi di distruzione di massa di Saddam e la tragica guerra (fra le cui conseguenze c’è anche l’isis) segnano una distanza siderale fra i due. Certo, c’è una qualche somiglianza nello stile, e in una rivista di quel tipo, focalizzata sul look, il paragone è sopportabile.

    Mi piace

  5. Fare male magari no, ma fare maluccio è meglio di non fare per niente: pulire regolarmente i pavimenti alla meno peggio è meglio che non pulirli affatto in attesa di trovare la forza per puliirli splendidamente da cima a fondo.

    Mi piace

  6. Be’ no. Fare leggi sbagliate, inutili, che rendono tutto più difficoltoso solo perché “si deve fare qualcosa” è peggio che lasciare le cose come stanno. Renzi in questo è un campione. Stesse fermo senza fare danni, sarebbe molto meglio. Come dice il proverbio, gli stupidi fanno danni perché non si riposano mai.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.