Di Maio, la crisi italiana e l’analfabetismo funzionale che ci frega

Di Maio, quindi, non capisce le mail che gli inviano.

Su questa dichiarazione si potrebbero fare migliaia di battute, ma da insegnante purtroppo trovo che ci sia poco da ridere. Fa parte, l’onorevole, per sua esplicita e candida ammissione, di quel 47% di Italiani che non sono in grado di comprendere testi semplici e capirne le implicazioni. Non è né analfabeta, nè stupido o incolto. Semplicemente non capisce cosa dica un testo quando se lo ritrova davanti, o perché abituato a leggere superficialmente e senza ragionare o proprio perché non in grado di approfondire i nessi logici e di significato di quanto scritto.

La vicenda di Maio pone sotto gli occhi di tutti quanto devastante sia per una società l’analfabetismo funzionale. Siamo pieni, nei posti chiave del potere, di gente che non è in grado di decodificare correttamente dei testi scritti, anche semplici, e quindi non può in alcun modo poi elaborare strategie per risolvere problemi piccoli o grandi e proporre soluzioni coerenti.

Quando si parla della crisi italiana, si tirano in ballo tante cose: l’economia, la politica. Invece, banalmente, il problema fondamentale è questo qui. Non sappiamo proporre soluzioni perché, purtroppo, ci manca la comprensione del testo.

Annunci

16 pensieri su “Di Maio, la crisi italiana e l’analfabetismo funzionale che ci frega

  1. Conclusione ingiusta nei confronti di Di Maio. Succede a tutti, per fretta o per disinteresse, di non concedere a un testo il giusto tempo, di leggere in maniera cursoria, di prendere fischi per fiaschi, di trarre conclusioni errate. Ciò non fa di chiunque faccia errori di comprensione un analfabeta funzionale. Bisognerebbe inoltre vedere come è scritto il testo cui fa riferimento, e in quale contesto è avvenuta la lettura. L’accusa nei confronti di Di Maio avrebbe senso se sapessimo che non capisce *sistematicamente* i testi che legge, ma non mi pare si abbia un numero congruo di testimonianze in questa direzione. Dire che “è abituato a leggere superficialmente” o che non è solitamente “in grado di approfondire i nessi logici” significa generalizzare un episodio non per forza esemplificativo, anche se potenzialmente rilevante.

    Mi piace

  2. hehehehe, bella interpretazione della situazione.

    Però… devo spezzare una lancia in favore di Di Maio (poi mi vergognerò in privato di quanto io sia caduto in basso): non sappiamo come è stata scritta l’email – e per ogni analfabeta funzionale in Italia abbiamo intere GENERAZIONI di avvocati, politici, medici e intellettuali per cui l’italiano è la seconda lingua, studiata anche maluccio, accanto alla lingua madre che è invece l’antilingua che faceva rabbrividire Calvino.

    Più scrittura consapevole per tutti!

    Mi piace

  3. Pero’ puo’ esserci anche una diversa, ma affascinante spiegazione : quel giorno c’erano molte, pericolose scie chimiche e il povero Di Maio ne e’ stato influenzato.

    Liked by 1 persona

  4. ” Siamo pieni, nei posti chiave del potere, di gente che non è in grado di decodificare correttamente dei testi scritti,”

    E rimandiamoli a scuola, allora!
    (…)
    Anzi, no. Come non detto.

    Mi piace

  5. Per Andrea Taglio: leggendo questa mattina Il Messaggero, pare che la mail della Taverna fosse estremamente chiara e formale. Bisogna capire se oltre all’analfabetismo funzionale non ci sia anche un analfabetismo volontario…

    Liked by 1 persona

  6. Sostanzialmente, stasera Di Maio ha dichiarato di essere un analfabeta funzionale. Sa leggere ma non riesce a comprendere ciò che sta scritto.
    Non mi stupisce per niente, è da anni che aspettavo una sua pubblica ammissione

    Liked by 1 persona

  7. tutto vero ma vi porranno rimedio le centinaia (a dir poco) di insegnanti deportati al nord : saranno nelle condizioni migliori x insegnare!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  8. verissimo. e c’è da pensare anche a un intero parlamento che ha votato senza leggerla o senza capirne le implicazioni una riforma costituzionale scritta apposta per rendere faticosissima la comprensione delle sue implicazioni…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.