Diventare di destra con il Concertone del Primo Maggio

Mi sono sempre chiesta se ci fosse qualcosa in grado di farmi diventare di destra, almeno per un momento.

Poi ho ascoltato per venti minuti al Concertone del Primo Maggio Paolo Rossi che biascicava malamente una poesia di Benni. In sottofondo un imbolsito Rais che lagnava non so cosa. Finito, hanno straziato una canzone di Testa. Senza un motivo. È seguito un spot pro SIAE fatoa da Barbarossa.

Ecco, credo di averla trovata.

 

No, non sono diventata di destra, per carità. Ma ho improvvisamente provato l’impulso di comprami un disco di Gigi D’Alessio.

Giuro.

Annunci

7 pensieri su “Diventare di destra con il Concertone del Primo Maggio

I commenti sono chiusi.