Contro natura

Guardate, il fatto è che io tendenzialmente la natura la odio. Non c’è niente, in natura, di tutto ciò che piace a me. Non ci sono di divani su cui leggere tranquilli il pomeriggio, anche perché non esistono in natura i libri. Non ci sono le tagliatelle, le lasagne, le mozzarelle di bufala e nemmeno le tavolette di cioccolato. Non ci sono le belle tavolate dove mangiare e chiacchierare con gli amici. Non ci sono le opere di Mozart e le cantate di Bach. Non ci sono i negozi di vestiti, di borse e di scarpe, e nemmeno quelli di tablet e pc. Non ci sono le aspirine, da prendere quando uscendo troppo in mezzo alla natura ti sei beccato un raffreddore che levati, i bar dove infilarsi quando piove, i cinema, le terme con gli idromassaggi, gli hotel ed i ristoranti coccoli dove imboscarsi nei fine settimana romantici, i musei, i palazzi, le statue, i sottoportici dove passeggiare, le strade veloci, i treni, gli aerei per raggiungere in fretta qualche bella città. Non ci sono nemmeno le città, in natura.

Quindi, per piacere, non cercate di convincermi che una cosa non si può fare, e non si deve, e va vietata per legge perché è contro natura. Non attacca.

Annunci

16 pensieri su “Contro natura

  1. Totalmente in disaccordo. I nidi degli uccelli fanno parte della natura? Le dighe dei castori? I termitai? Se rispondi no, è poco chiaro cosa intendi esattamente per natura. Se rispondi sì, devi ammettere che della natura fanno parte anche le creme abbronzanti, le bombe atomiche e il pesto di noci.

    Mi piace

  2. Anche io non amo granché la natura, e per certi versi la odio. Mi fa ridere quando la gente mi propone un integratore o un medicinale non sintetico dicendo “vai tranquillo: è naturale ! ” . Sono naturali ratti, alligatori, squali, sabbie mobili, tsunami. Mentre sono artificiali tantissimi farmaci che ci salvano la vita, è artificiale internet, è artificiale qualsiasi mezzo di trasporto che non sia il cavallo. Anzi neppure questo è naturale , perché in natura non porta uomini.
    Pertanto non mi vengano a fare i patetici quelli che danno consigli come quello di non mangiare il latte perché l’uomo è l’unico animale che beve latte anche dopo lo svezzamento, e che lo beve di altra specie.
    Inoltre se copiassimo dalla natura elimineremmo i deboli come faceva Hitler, visto che lo fanno tante, tutte le specie animali, e non ci sarebbe la solidarietà .

    Mi piace

  3. il rischio della compravendita esiste, anzi è quasi una certezza in molti paesi, ma una proibizione non sortisce altro effetto che far aumentare le tariffe

    Mi piace

  4. I figli sono di chi li cresce con amore. Un mio collega tedesco, perito informatico, figlio di cancelliere di tribunale e di pastora protestante, è cresciuto col Vic 20; poi col Commodore 64; poi con la consolle Atari, perchè il padre, conservatore CDU, era sempre via con la segretaria, mentre la madre trombava il capo dei pompieri a tutte le ore, poi il segretario comunale nei tempi morti e rinchiudeva il bambino nello studiolo in soffitta, con i suddetti apparecchi. Nello studiolo in soffitta c’ era un frigo pieno di pizze “Dr. Oetker.” La madre, stimatissima ministra del culto, riempiva il frigo, lasciava il microonde al bambino e lo liberava la sera, semplicemente per metterlo a letto. A letto il bambino gridava in preda agli incubi: l’ unico che glieli leniva con affetto era Frantic, il vecchio gatto di casa. Quel bambino, crescendo, ha superato un oceano di problemi grazie a un vecchio monaco benedettino della Congregazione di Sant’ Ottilia e a un suo amico buddhista transgender. Oggi quel bambino è insegnante di informatica al Gymnasium. Chiama babbo l’ amico transgender; mamma il monaco, che era figura “materna”, dolcissima; fratelli tutti i gatti; zii e compari i sistemi informatici e crede con fervore nella religione monoteista della pizza. Sposato, fedele, vita routinaria, ha due figli normalissimi. Tobia, pur avendo la jattura di trovarsi Vendola come padre, è un bimbo fortunato: E diverrà sicuramente un’ ottima persona, colta, canadese, benestante, con un padre comunque abbiente grazie ai soldi che gli avete dato VOI (io pago la Merkel). Pertanto non vedo problemi per il futuro del piccolo. Non è mica figlio di Adinolfi.

    Liked by 1 persona

  5. Ti copio/incollo il mio breve e personale pensiero sull’argomento. Complimenti ti leggo sempre con piacere
    CONTRO NATURA
    Contro natura è una madre che ammazza un figlio, il parmigiano sulle cozze, le “orecchie” ai libri, le scritte sui muri, i monumenti coperti, i cani nelle borsette, il veganesimo, le parole come petaloso, le dittature, l’oscurantismo, il rifiuto del cambiamento, scrivere leggi tanto per, sprecare ossigeno per sparare cazzate

    Mi piace

  6. Finalmente ho letto un bell’appello in favore della Monsanto! Dopo tanti anni di oscurantismo Anti OGM e di stupidaggini Bio, finalmente una persona che scrive le cose come stanno!

    Quando organizziamo un bel Sit in contro le assurde leggi che limitano la sperimentazione e la coltura OGM nelle nostre italiche terre?

    Cordialità

    Attila

    Mi piace

  7. Beh, insomma, a ben considerare le cose e per dirla tutta…anche i componenti della sacra famiglia sembravano più un’unione civile.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.