Gli spelucchini di pioppo (racconto per allergici)

Gli spelucchini di pioppo, mannaggia a loro. Arrivano, all’improvviso, portati dal vento, ed è subito tutto un etciù etciù. Entrano, di soppiatto, dappertutto. Come ti volti, sono lì. Sono un turbine bianchiccio che avvolge ogni cosa, e a ogni soffio di brezza si rinfocola e si riprende, sicché a fine giornata sei tutta uno spelucchino, perché ne hai attaccati alle magliette, ai maglioni, sul viso, nel naso, fra i capelli. Sono più azzeccati a te di qualsiasi amante, non ti lasciano mai.

Rendono fastidioso quel meraviglioso momento della primavera, in cui si potrebbe finalmente stare fuori, godersi il sole e la natura, e invece no, maledetti, ci sono loro. Come tutti i fastidi piccoli ma tenaci, non sai come farli fuori, perché non li puoi soffiare via, non li puoi lavare. Ti tocca solo pregare nel temporale improvviso, che li ammolli d’acqua e li riduca a terra in poltiglia, finalmente vinti.

Ma quando credi di essertene liberata, no, arrivano quelli nuovi, perché i pioppi sono legione e gli spelucchini ancora di più, è una produzione continua, un h24 che manco le fabbriche giaponesi, i pioppi vogliono colonizzare il pianeta, ci hanno dichiarato guerra e gli spelucchini sono le loro armate d’assalto.

E tu, santiando fra un etciù e l’altro, resisti, resisti, resisti, perché sai che gli spelucchini sono tanti ma non sono eterni e una bella mattina, se non molli e tieni duro, loro saranno spariti e tu sarai ancora qui a goderti l’estate.

Che ci si potrebbe anche trarre una metafora della vita, da tutto ciò, ma sei troppo presa a starnutire, e quindi lasci perdere.

Annunci

2 pensieri su “Gli spelucchini di pioppo (racconto per allergici)

  1. Però gli esperti dicono che non sono gli ‘spelucchini’ dei pioppi che fanno starnutire ma i pollini di altre piante che fioriscono in questa stagione. I ‘piumini’ dei pioppi sono semi trasportati dal vento nei loro fiocchi leggeri. Hanno la sola colpa di essere bianchi, ben visibili e di svolazzare dappertutto. I veri colpevoli sono molto più piccoli, invisibili e ‘cattivi’…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.