Matteo Renzi e l’italiano

Quando ieri sera ho sentito Matteo Renzi che parlava di cultura umanista invece che umanistica, ho improvvisamente capito perché, pur parlandolo malissimo, si ostini a parlare in inglese.

L’italiano lo sa peggio. 

Annunci

9 pensieri su “Matteo Renzi e l’italiano

  1. Permettimi di dissentire parzialmente, anche se mi piacerebbe demolirlo, visto che ha tutti i requisiti per starmi sulle palle , e infatti mi ci sta. Il suo problema però non è nell’italiano: mettiti nei suoi panni e parla con centinai di interlocutori o in pubblico, e scoprirai che quando si parla in diretta (e non si recita come in un film) qualche lapis ( 😀 ) ci può scappare.

    Mi piace

  2. sinceramente Galatea, al di là dello specifico, che mi ricordi a memoria negli ultimi 45 anni, non ho mai visto un ministro dell’istruzione non contestato dagli insegnanti, qualunque cosa faccia

    gli insegnanti, che mi ricordi a memoria negli ultimi 45 anni, non li ho mai sentiti dire che su qualcosa abbiano torto, sono «physis» per dirlo alla greca, sempre dalla parte della ragione

    allora io, come italiano che paga le salatissime tasse con cui si tiene in piedi tutta la baracca, preferisco neanche più interessarmi a queste vicende e ammiro il coraggio di chi osa contrapporsi ad una potentissima macchina sindacale e corporativa, come dire

    è un po’ arruffone, spesso ha torto, ma in questa vicenda sta simpatico a me e alla gran parte degli italiani

    grazie per l’ospitalità, cara Galatea, e buone vacanze, ormai prossime fra meno di un mese

    Mi piace

I commenti sono chiusi.