Lo Scajola innamorato

Comunque ora si spiega tutto. Tutta quella incomprensibile distrazione su cui noi, che abbiamo un cuore di pietra, abbiamo ferocemente ironizzato. Quell’intronamento che lo ha spinto ad innervosirsi con Biagi, reo di essere un “rompicoglioni” che lo disturbava con richieste pressanti di una scorta, lagnandosi di essere in pericolo di vita, mentre lui aveva ben altro da fare; e poi a non accorgersi che gli avevano pagato un appartamento; e poi a non rendersi conto che stava favorendo un ricercato legato alla criminalità organizzata.

Lo abbiamo messo in croce, dicendo che tutta quella “distrazione” non era credibile, non era possibile da parte di un uomo adulto che faceva il Ministro della Repubblica. E invece, siamo stati veramente cattivi.

Era possibile, e la spiegazione era così semplice e così evidente. Non era distratto, e non era un ministro. Era un quindicenne innamorato.

Advertisements

2 pensieri su “Lo Scajola innamorato

  1. Ha già detto “sono sereno”? Io adoro quando lo dicono. Io è una vita intera che non sono serena, con quest’ansia pazzesca addosso. Certo devi rischiare, devi fare come fanno loro, ci vuole un po’ di coraggio ad essere come loro. Però poi vuoi mettere? sei sereno!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.