Famiglie al mare

La famiglia è così composta: nonna scarmigliata, grifagna e tatuata, sull’addome e sulla caviglia; nonno con pelata mussoliniana tatuato, con tribale che percorre l’intero avambraccio; padre lungo crinito tatuato, sui polpacci pompati in palestra, con celtiche varie; madre biondoplatino tatuata, con dragone che si intorcola sulla schiena. Figlia treenne che guarda la famiglia così assortita e piange, piange, piange con i moccolotti al naso.
Le avranno fatto capire, piccina, che vogliono tatuare anche lei.

Advertisements

6 pensieri su “Famiglie al mare

  1. Sarò anche out, ma credo che quella dei tatuaggi sia tra le mode idiote in assoluto la più idiota che abbia mai imperversato l’universo dell’idiozia umana.

    Mi piace

  2. Dov’è che vai tu al mare, per sapere?
    Adesso ricordo perché è dal 2005 che non faccio una vacanza marinara nel vero senso della parola, cioè balneabile, con nudità e promiscuità, ciabatte e ombrelloni, tatuaggi e piercing, panini e sudore. Peccato però, bello il mare.

    Mi piace

  3. Ahiahiahi povera la mia stellina che ha la mamma tatuata 😀 Per fortuna sono ancora l’unica delle famiglia e i miei sono normali, ma il gentile consorte ripete da anni che vuol farse uno. Il problema è che si pente di qualunque acquisto, dall’appartamento al letto al televisore al set di posate al pelapatate, quindi per il suo bene spero che non decida mai di farsi un tatuaggio, diventerebbe una lagna 24 ore su 24.

    Mi piace

  4. Una graziosa famigliola, che pensa di rimanere giovane perché si tatua come i ragazzini.
    Credo che la figlia treenne si sia chiesta cosa ha fatto di male per nascere in una famigliola così.

    Mi piace

  5. E’ anche per questo che preferisco la vacanza in montagna . Pure là di allegre famigliole se ne incontrano. Ma per lo più sono vestite.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.