Il Veneto e il tanko fatto in casa

Quei giorni in cui passeggi per Spinola, ti guardi attorno, vedi la gente e ti domandi quanti hanno in garage un tanko fatto in casa, nascosto e pronto per la rivoluzione.

Annunci

8 pensieri su “Il Veneto e il tanko fatto in casa

  1. braccia e trattori rubati all’agricoltura…
    si fa un parlare di cervello e sinapsi e… a questa gente è un bel po’ che ce l’anno in tilt. il fatto che su al nord ci sia disagio non toglie niente alle colpe di questa gente
    sono ridicoli, ma anche pericolosi: non dimentichiamo che noi consideriamo criminale chi sale in macchina dopo aver bevuto un po’, quindi chi sale sun trattore-armato col cervello in pappa?

    Mi piace

  2. @–>Fedifrago

    Albanese fu buon profeta.
    Ai miei concittadini non posso che rivolgere la seguente considerazione: se sono cinquant’anni che ci mangiano i risi in testa, evidentemente c’è un motivo.
    Non erano i professori a essere cattivi.
    Inoltre, una volta si può giustificare: eccesso di anfetamine; troppa colombiana; ti è morta la bisnonna e sei disperato; hai scoperto che la morosa se la fa col sanbernardo (se si chiama così, ci sarà un motivo) del tuo migliore amico; alla festa degli Alpini ti sei scolato una damigiana di troppo; c’era troppo pepe nella soppressa; tu non volevi, ma ti ci hanno portato gli amici; il dottore ti ha detto che dovevi fare esercizio e allora sei salito sul campanile; credevi fosse Acqua Sangemini e invece era graspa Nonino Prime Uve. Ma due?
    Ovviamente, ogni ragionamento in merito all’intelligenza degli Ενετοί si basa su medie statistiche con tutte le loro dovute eccezioni poste ai limiti della gaussiana di quello che purtroppo sembra essere il disarmante QI regionale.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.