La Crimea e Riccardo Fogli

Di tutta la faccenda della Crimea non so se sia più inquietante che Putin si ritenga autorizzato ad invadere un paese solo perché gli abitanti sono in maggioranza Russi, o che si possa fare un referendum spacciato per democratico mentre truppe nazionaliste autoproclamatisi ufficiali controllano i seggi per le votazioni, o che per festeggiare il risultato i Russi di Crimea abbiano invitato Riccardo Fogli a fare un concerto.
Ma la terza ha buone possibilità di vincere, secondo me.

Advertisements

11 pensieri su “La Crimea e Riccardo Fogli

  1. Fogli dixit: «C’è un bellissimo sapore di festa. Di serenità. Tanta gente che salta. Io non vedo cannoni e carri armati, solo una grande folla felice… […] Non mi fate entrare in discorsi che non conosco. Sono un ospite, sono qui in punta di piedi. Mi hanno chiamato a festeggiare, unico italiano fra tanti artisti internazionali. Il sapore politico di questa cosa, io non lo sento. Vedo solo bandiere russe e ucraine insieme. Mi sembra di stare a piazza San Giovanni il Primo maggio, o in un concerto di piazza del Duomo…»«C’è un bellissimo sapore di festa. Di serenità. Tanta gente che salta. Io non vedo cannoni e carri armati, solo una grande folla felice…»

    Mi piace

  2. Dal 1954, da quando Krusciof (scritto come lo pronunciamo) regalò la Crimea agli Ucraini, da allora si vogliono separare dall’ Ucraina, ed il referendum previsto da tempo e dall’ esito scontato già allora è stato anticipato solo di qualche settimana. Se poi gli piace festeggiare col Fogli, de gustibus…

    Mi piace

  3. E’ un dato di fatto che la maggioranza della popolazione è filorussa e russofona. Cosa c’è di così inquietante in un popolo che sceglie?
    Trovo molto più inquietanti le continue minacce di sanzioni di Obama e cagnolini europei al seguito.
    Gli Stati Uniti sono gli ultimi a poter dare lezioni di diritto internazionale a chiunque altro.
    Ipocrisia pura.

    Mi piace

  4. ecco, non lo so… però
    se metti fanno un referendum tarocco in padania per staccarsi dall’italia e poi invitano riccardo fogli per festeggiare, be’ ecco
    io sarei d’accordo a lasciarli andare a patto che si tengano riccardo fogli
    ma quindi ora l’ucraina che fa?
    invade un pezzo della crimea per salvaguardare un’enclave ucraina in crimea e poi i russi…
    alla fine la cartina della zona sembrerà una roba tipo frattali…
    ma non è che mó l’albania invade la puglia per difendere la minoranza arbareshe?
    o barcellona invade alghero per diferderne l’identità catalana?

    Mi piace

  5. Mah, a questo punto direi che gli inglesi potrebbero dichiarare illegale la dichiarazione di indipendenza fatta dagli stati uniti…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.