Beppe Grillo, i giornalisti e le liste di proscrizione

Raramente mi è dispiaciuto tanto di non essere una giornalista professionista assunta regolarmente da una testata che riceve finanziamenti pubblici. Perché purtroppo, pur avendo fatto capire in tutti i modi che Beppe Grillo mi fa ribrezzo dal punto di vista politico, mancandomi questi requisiti non potrò mai essere scelta come “giornalista del giorno”, una simpatica rubrica-lista di proscrizione che il Beppe ha deciso di inaugurare sul suo blog.
Comunque io ripeto che mi fa ribrezzo: hai visto mai che mi faccia partecipare lo stesso. Ci terrei proprio, eh.

Annunci

7 pensieri su “Beppe Grillo, i giornalisti e le liste di proscrizione

  1. Terrorizzante… Ho visto i post dei supporter e non mi sono scandalizzato, mi sono spaventato. Poi ho pensato che è quello che vogliono e così ho pensato che sia meglio continuare a lottare perché torni l’acume e l’intelligenza nella politica piuttosto che scappare dentro casa mia.

    Mi piace

  2. Non capisco chi di sinistra continua ad avere simpatie per questo triste personaggio. Adesso ci manca solo la tirata anti gay e poi il repertorio è completo.

    Mi piace

  3. Solo in Italia un comico ed un ex impresario cineTV posso avere così grande audience e raccogliere il 45 % dei voti !!!
    Tanto è vero che, nella pratica, si stanno alleando per far opposizione assieme.

    Anonimo SQ

    Mi piace

  4. Che dire ancora? Fo, esimatore di Grillo, afferma che è di sinistra ma forse si è confuso con qualcuno che è mancino.
    Non mi ha mai fatto sorridere come comico. Come politico lo ignoro. Quello che mi fa rabbia è sapere che è nato il mio stesso giorno.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.