Il rasoio di Occam

Amico: «Ma Coso, lì, Come-Si-Chiama, è sparito?»

Io:«Sì.»

Amico: «Non si è più fatto sentire?»

Io: «No.»

Amico: «Ma lo sa che ti piace.»

Io: «Sì, ma evidentemente non gli interesso. Non so. Forse pensa che sono troppo impegnativa, o rompiscatole, o noiosa. Oppure, molto semplicemente, mi trova brutta o pensa che non sia abbastanza sexy…»

Amico: «Tu dimentichi sempre di prendere in considerazione l’ipotesi più ovvia.»

Io: «Cioè.?»

Amico: «È cretino.»

Advertisements

8 pensieri su “Il rasoio di Occam

  1. L’ha ribloggato su unfaronelbuioe ha commentato:
    Lo ribloggo, perché lei scrive benissimo e con tanta ironia, e perché ogni tanto noi ragazze dobbiamo saltare alle conclusioni più ovvie, invece di trovare i difetti in noi stesse 😉

    Mi piace

  2. “Sì, ma evidentemente non gli interesso.”
    Basterebbe fermarsi qui. Il resto sono aggiunte gratuite.
    (Non interessare a lui non significa non interessare a tutti.)

    Mi piace

  3. Nella sua essenza, il Rasoio dice che si deve preferire la soluzione più semplice, per spiegare un dato fenomeno, non la più ovvia (l’ovvietà arriva, casomai, dopo l’eventuale constatazione della semplicità).
    Optare per la stupidità non sarebbe un buon utilizzo del principio enunciato da Occam, perché questa ipotesi richiede maggiori spiegazioni di quanto non faccia quella del gusto personale, nelle diverse varianti elencate.

    Mi piace

  4. Galatea, poco fa hai cinguettato:

    “Posti una cosa evidentemente ironica e una massa di cretini viene va commentare con sofismi da scolastici. La decadenza della civiltà,”

    Ti riferisci a commenti bannati o anche a quelli al momento presenti?

    Mi piace

  5. Guarda, per come la vedo io, un uomo che provi qualcosa per una donna, non pensa mai a quanto sia o non sia impegnativa, rompiscatole, noiosa o brutta (sexy… dipende 🙂 ).

    E qualora lo facesse… beh, buona la conclusione: è un cretino!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.