Fregarsene degli elettori è la base della democrazia

Quindi, alla fine, nomineranno Premier Renzi, che ha perso le primarie del Pd, per fare un governo Pd-Pdl, che gli elettori del Pd han fatto chiaramente capire alle elezioni di non volere.
In fondo il problema della democrazia sono gli elettori. Una volta che si impara a ignorarli, tutto torna.

8 pensieri su “Fregarsene degli elettori è la base della democrazia

  1. Non conosco bene la storia della Repubblica di Weimar, ma mi domando se anche in quel caso chi era al potere aveva fatto di tutto, ma proprio di tutto, perché agli elettori non rimanessero alternative a votare il NSDAP.

    Mi piace

  2. Bersani aveva chiaramente detto che voleva un governo con M5S (La Moglie Migliore del Mondo ieri bestemmiava contro quel cretino di Grillo che ha perso l’occasione di un governo PD+M5S per cambiare l’Italia). Se punti TUTTO su una ipotesi e questa fallisce devi trarne le conseguenze: 1) Ti dimetti (FATTO) 2) Tenti un’alternativa (Fatta la proposta a maggioranza) 3) Torni alle urne. (Te lo puoi permettere? NO. E allora si fottano gli elettori e W la ipotesi 2, come da discorso illuminato di Napolitano. Molto semplice. Che mi piaccia? No. Ma il non avere voluto cambiare la legge elettorale pensando che in fondo premiasse molto il PD è stata una colpa grave. E ora va pagato pegno (alla faccia di tutte le Bindi del mondo) 😦

    Mi piace

  3. in effetti agli elettori si era promesso un governo del centrosinistra, se si fosse vinto le elezioni, però c’è da dire che le elezioni non si sono vinte, per cui la situazione si è ingarbugliata per quel motivo, a causa appunto del risultato elettorale incerto

    Mi piace

  4. Mi sono reso conto che nel mio commento precedente mancava il dato più importante: tutti e 4 in famiglia abbiamo votato PD. Io poi, rispetto agli altri 3, ho pure partecipato a tutte le Primarie possibili ed immaginabili in cui ho sempre votato Bersanone. Non sono contento sicuramente di come sia stata fatta la campagna elettorale, dopo avere esaurito tutte le energie per battere il candidato Renzi. Ma delle follie fatte per 55 giorni nel suicidarsi sempre di più e di farsi prendere in giro dai Grillini, sono qualcosa più che scontento. Secondo me Napolitano è stato troppo buono a non dirgli direttamente che cosa pensava di loro. E la smetto qui se no mi scoppia la bile. Quando perdi le elezioni NON puoi fare la voce troppo grossa. Ti devi accordare e rimandi al giro successivo, fra un paio d’anni, il tentativo. In questo giro hai avuto occasioni grandi, le hai sprecate, e se ti comporti bene magari ti si ripresentano. 😦

    Mi piace

  5. Renzi non è mica scemo.
    Di certo non getta alle ortiche l’enorme consenso di cui ora gode – Galatea a parte – per guidare un governo che al massimo può durare fino a ottobre.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.