Trovate un titolo voi per il best seller

Non so, mi frullava per la testa di scrivere un romanzo. Avrei in testa una trama da sballo. In un paese mediterraneo X il Presidente del Consiglio, un miliardario sessuomane e massone coinvolto in scandali e processi per via di minorenni avviate alla prostituzione nonché sospettato di avere appoggi mafiosi, è costretto a dimettersi dalla sua carica per una astuta manovra del Presidente della Repubblica uscente, un ex comunista, che appoggia un liberista della più bell’acqua, cattolico e ammanicato con grandi banche. Mentre nel paese si scatena una orgia a fondare partiti e partitini, dopo un anno di vita traballante il Governo si dimette. Tutti pensano che il Liberista sia finito, ma lui a sorpresa si butta in politica e incassa l’appoggio del Vaticano, lasciando esterrefatti gli ex alleati e persino il Presidente della Repubblica. Intanto l’ex Presidente del Consiglio sessuomane prima cerca di candidare il Liberista, ma siccome questo non lo fila manco di striscio, si ripresenta facendo finta di non aver votato tutto quello che il Liberista ha proposto.

E non so, a questo punto pensavo di far arrivare gli alieni, tanto per dare un tocco di credibilità al tutto.

Advertisements

15 pensieri su “Trovate un titolo voi per il best seller

  1. E’ un libro che ha già scritto il grande Roberto Giacobbo. Gli alieni, in effetti, giungono sulla Terra, e la loro comandante (una femmina) viene sodomizzata nel corso d’un ricevimento al Quirinale, proprio dall’ex-presidente del consiglio sessuofobo, il che dà luogo a un incidente intergalattico. Il mondo si salva solo grazie all’intervento dei ricostituiti Cavalieri Templari, che indicono elezioni anticipate, dopo aver riesumato il cadavere del Duce che, in realtà non era mai morto. Il cadavere, infatti, non è quello di Benito Mussolini, bensi la salma di Moana Pozzi, che il Vaticano decide così di beatificare ed esporre all’interno della Cappella Sistina. Questo gesto rinnova la fiducia degli italiani per il clero e la loro devozione nei santi e nelle madonne. Infatti, ne tirano una valanga. La popolazione, spinta da questa fede rinnovata, decide di gettarsi in una nuova crociata al grido di “Obama vult” e invade la Brianza, dove, in una villa di Arcore, trova l’ex-presidente del consiglio avvinghiato in un’orgia pazzesca alla leader tedesca Angela Merkel e all’ex-presidente francese Sarkozy, mentre Zia Giuseppina è lì accanto che gode nel guardare.
    Seduta stante, viene costruita sul piazzale della villa una ghigliottina, dove si procede immediatamente all’esecuzione dei politici, dei tecnici e degli ecclesiastici catturati dal popolo nel corso della rivoluzione. Primo di essi, il capo dei ricostituiti Cavalieri Templari, il famigerato Cirino Pomicino con il suo vice, Calogero Mannino ancora imbriaco per tutto il passito trincato (circa settecentomila litri).
    All’ex-premier viene risparmiata la vita ma non il membro, che costituirà così il piatto di portata durante il rogo della Vecia che si terrà a Ponte di Legno. La vecia da bruciare è un tal Senatur che, con in bocca il membro dell’ex-premier, viene costretto a baciare sulle labbra un certo Tremonti, reo di collaborazionismo con gli alieni. Tremonti, però, tenta un gesto disperato per salvarsi, rivelando appena prima dell’esecuzione dove si trova il famoso “tesoretto”. Scavando nell’orto di cinquanta ettari della sua modesta abitazione, viene ritrovata l’Arca dell’Alleanza assieme al Sacro Graal. Tuttavia, a Tremonti non è risparmiata la vita, anzi si decide di squartarlo con un giogo di cavalli. Per l’esattezza, lo si squarta in tre. Delle tre parti se ne piglia una, cioè Monti, che così vince le elezioni anticipate indette dai Cavalieri Templari, con la benedizione del Cardinal Bagnasco, che aveva congegnato tutto per poter succedere a sua volta a Zia Giuseppina.
    Ah, sì, quasi dimenticavo il titolo del libro.
    “Dov’è finita la spazzatura di Napoli?”. Sottotitolo: “Non crediate che i Maya e non vi vedano!”

    Mi piace

  2. Va bene l’immaginazione, l’esagerazione e l’eccesso, va bene tutto nei romanzi di fantasia ma non si può neppure esagerare così! Per fortuna, alla fine, recuperi credibilità con quel tocco di possibile e di reale dell’arrivo degli alieni perché, davvero, tutto il resto mi pare troppo improbabile…:)) come titolo potrei suggerirti qualcosa del tipo: Così è l’Italia, se vi pare….

    Mi piace

  3. Buona idea! Ma mettici anche un delitto e un colpevole. Fallo alla fine finire bene con il colpevole in galera e il caso risolto. Così vuole il lettore quando legge un romanzo giallo.

    Mi piace

  4. Per quanto ami la fantascienza, trovo questa trama troppo sconclusionata per poter avere successo. Però sento che il tuo slancio creativo è destinato a proseguire. Per questo ho paura (tanta paura) che nei prossimi due mesi aggiungerai altri capitoli alla storia, ancora più insensati. Buon lavoro!

    Mi piace

  5. Beh, come inizio da libro real-horror-social-politico direi che non è per niente male; io, come suggerimento, ti consiglio di lasciar perdere gli extraterrestri, troppo “inflazionato”; magari provando con qualcosa inerente nuove forme di malattie infettive perniciosissime che non lasciano scampo una volta infettati?
    …..Va beh, comunque il libro è il tuo,la mia era solamente un’idea….
    Hola y…. HASTA LA VICTORIA, SIEMPRE!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.