La gente non è strana

Ci sono dei momenti, anzi dei giorni, anzi dei periodi in cui prendi coscienza che la gente attorno a te é strana. Fa cose che non ti aspetti e che ti paiono senza senso, si accapiglia per ripicche assurde, fa dispetti, mette in giro voci incontrollate su altri che però poi coinvolgono anche te, e tutto questo senza nemmeno trarne un vero beneficio, perché, come recitava da legge sulla stupidità di Cipolla, lo stupido vero é chi ti danneggia anche se non ne trae giovamento.
Ci sono dei momenti in cui ti trovi coinvolta in tutto questo, tuo malgrado, e tu ti fermi perché non capisci, non capisci davvero, non sai rassegnarti a sgambetti improvvisi ed immotivati, e soprattutto a quelle piccole inutili scortesie che ti feriscono, spesso, più delle grandi maialate.
Ci sono periodi in cui pensi che la gente attorno a te sia strana perché fa tutte queste cose, poi ti rendo conto che in fondo le aveva sempre fatte, ma tu eri troppo distratta e forse troppo ingenua per accorgertene, e alle volte hai fatto proprio di tutto per non badarci.E allora capisci che la gente, no, la gente così non é strana. Quella strana sei tu.

9 pensieri su “La gente non è strana

  1. Mah io penso che non sei strana, ma normale, il problema è che la maggior parte delle persone non è normale 🙂

    Mi piace

  2. Ah, si dice “strana”? Io pensavo str*onza… (la gente)!
    Grazie e complimenti! Avrei voluto una prof come lei!

    Mi piace

  3. Vorrei uscire dal coro con il mio commento e porti (porci) una domanda: non è che le “piccole inutili scortesie che feriscono” talvolta sono la reazione a nostre scortesie e piccole cattiverie, magari fatte in buona fede?
    Io quando sono oggetto di male parole e ‘mali pensieri’ mi faccio un’esame di coscienza, e non sempre l’esito è di specchiata innocenza.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.