Rimpianti di reality perduti

Poi su Real Time, la sera, a tradimento, mandano in onda reality in cui coppie colte ed intellettuali si fanno scortare da una agente immobiliare che pare Crudelia de Moon a vedere case da qualche milione di euro, discettano educatamente con l’architetto al seguito, pronti ad informarsi se il bagno è stato rifatto con travertino originale, o domandarsi angustiati se la camera con vista sulla baia naturale non sia però troppo piccola per le esigenze dei due pargoli; chiedono se con si può fare un soppalco nel salone del Cinquecento in un palazzo fiorentino, se sia meglio un attico affacciato sull’Arco di Trionfo o una palazzina ristrutturata al Quartiere Latino, in Sardegna o Salento ammirano ville con verande sporgenti su piscine da sogno e millemila ettari di parco attorno e poi lui, guardando teneramente lei, sospira: “Mah, sì forse comprando una casa simile potrei finalmente trovare il tempo di staccare dal lavoro, e scrivere quel libro che medito da sempre!”
E a te, quasi quasi, per un attimo viene un moto di tenero rimpianto per i buzzurri naïf del Grande Fratello.

Annunci

7 pensieri su “Rimpianti di reality perduti

  1. A me piace un casino la tipa che sembra Crudelia De Mon. Ha un che di sexy. Il programma lo titolerei direttamente “schiaffo alla miseria” oppure, più sobriamente, “in culo ai cassintegrati”. Ma forse, alla gente, sognare fa sempre bene…

    Mi piace

  2. condivido l’opinione: i buzzurri del grande fratello sono molto più simpatici

    e aggiungo che quando sento parlare un architetto arredatore, provo un irrefrenabile desiderio di piazzare una bella gondola di plastica sul televisore

    Mi piace

  3. volevo solo ricordarti che la conduttrice, in uno spot, passava l’aspirapolvere in salotto indossando tailleur e tacco 15. Magari è inclusa nel prezzo della casa.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.