Le discese in campo e la crisi dell’agricoltura

Ecco, adesso lo ha finalmente detto, chiaro chiaro: Montezemolo scende in campo. Scende in campo, eh, per risolvere i problemi dell’Italia. O riacutizzare quello, molto antico, delle braccia rubate all’agricoltura.

Advertisements

7 pensieri su “Le discese in campo e la crisi dell’agricoltura

  1. l’agricoltura è nobile e antica umana occupazione, ben lontana dalla vita di un eterno figlio di papà

    è ora che cominciamo a rispettare i contadini, in certe allocuzioni c’è un disprezzo piccolo borghese

    Mi piace

  2. @–>diegod56

    Anche tu hai ragione, quando reclami rispetto per chi vive e lavora in campagna.
    Egli soddisfa la prima fondamentale esigenza dell’essere umano, tolto il respirare, che è quella del nutrirsi.
    Prova tu a cucinare per cena un pneumatico o una biella, se ci riesci, o a farti un minestrone con i moduli del conto corrente.
    Eppure, son certo che c’è chi crede che le patate nascano sugli scaffali della coop e gli hamburger siano frutto di sintesi dei chimici di McDonald.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.