Fumus traiettoriae

In Italia, diceva Ennio Flaiano, la via più breve tra due punti è un arabesco. Le traiettorie dei fumogeni italiani si sono solo adeguate a ciò.

Annunci

4 pensieri su “Fumus traiettoriae

  1. La polizia italiana dal 2001 applica la cosiddetta “fisica Giuliani”. Secondo i principi di tale scienza, un proiettile sparato da un’ arma in dotazione alle forze dell’ ordine può percorrere traiettorie di fantasia e rimbalzare come una pallina del flipper, prima di ficcarsi nel cranio di qualcuno. L’ affermazione in oggetto appartiene ai postulati di questa branca scientifica.

    Mi piace

  2. Ciao, seguo da un po’ questo blog anche se raramente scrivo.
    In questo caso però non ne condivido i toni.. è abbastanza evidente che il lacrimogeno non è partito dalle finestre del ministero, poichè dai filmati:
    – partono 3 scie contemporaneamente dallo stesso punto (per ricaricare uno spara-lacrimogeni si impiegano svariati secondi, e non è pensabile che più persone si alternino a sparare in meno di un secondo nella stessa identica posizione)
    – soprattutto, la velocità iniziale delle scie è bassissima! è evidente che partono in caduta libera, se fossero davvero stati sparati verso il basso sarebbero partiti molto più veloci

    certo chi è riuscito a colpire la parete dell’edificio aveva davvero una pessima mira 😐
    saluti

    Mi piace

I commenti sono chiusi.