Duro e lungo. Ovvero l’evoluzione dialettica della politica italiana

Sono stata via tutto il giorno e non ho avuto tempo di leggere tutto, ma dai pochi accenni mi pare di capire che l’evoluzione della dialettica politica italiana sia questa: da Bossi che ci spiegava che ce l’aveva duro a Grillo che dice a Renzi che lui ce l’ha più lungo.

Advertisements

15 pensieri su “Duro e lungo. Ovvero l’evoluzione dialettica della politica italiana

  1. ….considerata la dialettica politica maschile …attendo fiducioso una capace e loquace rappresentanza femminile.. (non siamo tutti celoduristi con il decimeto in tasca, ma voi siete diverse dalle Minetti?)

    Mi piace

  2. Possiamo dirla come vogliamo, ma quando si arriva ad “argomentare” attraverso ingiurie, sarà anche vero che non è questione di lunghezze, ma di sicuro è problema di profondità.

    Mi piace

  3. Beh.. la Lega era un partito fortissimo quando diceva “la Lega ce l` ha duro” e il M5S adesso e` stimato attorno al 14%~16%.

    Pare sia una strategia comunicativa che funziona !!

    Gigi

    Mi piace

  4. se li trovate su youtube, io consiglio di vedere qualche vecchia tribuna politica dei primi anni 60

    togliatti, malagodi, andreotti, al di là delle questioni politiche, aspre anche allora, il linguaggio era molto più educato, si riteneva di far brutta figura con le espressioni volgari

    nel corso dei decenni mi son reso conto di come la cosiddetta buona educazione non è una questione «esteriore» ma è importante per la natura stessa di quel che si pensa e si agisce

    ricordo ancora quando a scuola sospesero per due giorni il mo compagno di banco perchè aveva pronunciato in classe la parola «casino»

    forse i mulini non sono mai stati bianchi, ma le persone più educate, direi di sì

    Mi piace

  5. togliatti, malagodi, andreotti, al di là delle questioni politiche, aspre anche allora, il linguaggio era molto più educato, si riteneva di far brutta figura con le espressioni volgari

    Togliatti era amico di Stalin, Andreotti di Riina.
    Bossi e Grillo sparano cazzate ma sono innocui

    Gigi

    Mi piace

I commenti sono chiusi.