Quel qualcosa che resta (bilancio della Blogfest)

Quando vai a Riva alla Blogfest e resti due giorni in giro, uno dei quali sotto la pioggia, e vedi tante persone, e baci ed abbracci tutti, e ascolti dibattiti sulle terrazze sotto il temporale, e parli pure, sempre sotto il temporale, mentre la pioggia scroscia, e vieni deportata in capannoni alla periferia caldi come l’inferno per seguire le interviste di Severgnini a Patuano, ed entri ed esci dai locali, e parli ad alta voce, e ridi, e balli, qualcosa, quando torni a casa, ti resta dentro.
Il raffreddore, per esempio.

Advertisements

4 pensieri su “Quel qualcosa che resta (bilancio della Blogfest)

  1. i batteri hanno dominato per 450 milioni di anni, e passata questa brevissima parentesi del bipede erotomane, torneranno a dominare incontrastati per centinaia di milioni di anni

    il raffreddore ce lo ricorda, quanto siamo un’ininfluente eccezione

    Mi piace

  2. chiedo scusa galatea per il doppio commento

    i blogger sono come i pesci d’acquario: se li ammucchi alla rinfusa in una vasca, si contagiano e si ammalano: stanno bene ognuno nella sua vaschetta chiusa

    Mi piace

I commenti sono chiusi.