Quella storia della terra che gira

La bionda tatuaggiata sulla chiappa guarda con malcelato disgusto il marito tatuaggiato sulla spalla, poi l’ombrellone piantato in terra e il pupo (non ancora tatuaggiato, si spera) che dorme nel passeggino sotto al sole. “Come mai l’ombra si è spostata tanto?” chiede, incazzatissima. Il marito scuote la testa per dire “E che ne so!”
Ci vorrebbe qualcuno che gli spiegasse quella storia della terra che gira. Ma mai che ci sia un intellettuale disponibile, quando serve.

5 pensieri su “Quella storia della terra che gira

I commenti sono chiusi.