Le donne che invidi

Da quando l’ho vista in tv ho sempre provato una incredibile invidia per Natascha Lusenti. Faceva tutti i programmi che avrei desiderato presentare io. Per esempio, le avevano dato da condurre Atlantide, che è quella bellissima trasmissione su La7 dove ci sono i documentari di Storia, e ogni tanto la mandavano in giro per rovine archeologiche, in posti meravigliosi.
Poi le hanno dato un’altra trasmissione, su Rai5, in cui invece andava in viaggio per tutti i paesi di Europa nei migliori ristoranti, per assaggiare le creazioni dei più famosi chef. Cioè, in pratica la pagavano per visitare città bellissime e abboffarsi di cose deliziose.
Insomma, io in genere non sono invidiosa, ma porca miseria è difficile non diventare verdi di rabbia per una che si ritrova ad avere una carriera così.
Poi adesso l’hanno messa a condurre In Onda, sempre su La7, con Filippo Facci.
E allora ho capito che aveva ragione mia nonna: quando sembri avere tutte le fortune, prima o dopo la vita ti presenta il conto.

6 pensieri su “Le donne che invidi

  1. Ci vogliamo aggiungere che è pure una femme fatale? 😉 Cmq sono d’accordo, ho già visto che Facci (che l’altra sera ho notato avere la bocca inversamente storta rispetto a Belpietro), oltre che simpatico come uno spillo nelle mutande, l’ha sgridata, e siamo ancora alle primissime puntate!

    Mi piace

  2. Per tutti i viaggi che ha fatto e per tutti gli assaggi che ha pappato, desidererei che anche a me la vita presentasse il conto.
    Poi, c’è chi può e chi non può.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.