Tag

, , , , ,

Aderisco all’idea di Giovanna Cosenza. E parliamo di “passione”, va’!

Monica è sul divano, con la sua espressione corrucciata e la bocca a broncio. Sbuffa. Il moroso storico, Pietro, è in viaggio per lavoro da una settimana, e lei si sente sola ed annoiata. Così chatta e messaggia con Antonio, e poi con Enzo, e poi con non so chi, perché Monica la conosco da una una vita ed è così da sempre, che come Pietro si distrae un attimo, o la lascia un po’ da sola, lei flirta con qualcun altro, e poi con qualcun altro ancora.

«E’ che io sono così, ho bisogno di passione!» dice sempre per giustificarsi, mentre invia l’ennesimo messaggino ammiccante, ai limiti dell’hard, con il fortunato di turno.

Io la guardo e mi sto zitta, perché questa cosa che lei ha bisogno di passione, che lei vive di passione, gliel’ho sentita ripetere non so quante volte. E ogni santa volta mi mordo la lingua per non risponderle male, perché la passione, quella roba che lei cerca tanto e dice di non poter vivere se non, in realtà è una cosa un po’ diversa da quello che crede lei. La passione è quella cosa che quando ti capita è come se ti investisse un tram, o una slavina: una roba che ti toglie il fiato come se ti stessero strozzando, e non riesci più a pensare, più a ragionare, più a vivere. E’ una cosa che ti travolge e poi quando se ne va ti lascia là, a terra, boccheggiante, sfatta, vuota, come se al mondo non ci fosse più nulla per te, e non ci potesse essere mai più. Non è un brividino di freddo, un sorrisetto accennato, un passo di danza che si lascia a metà quando ci si è stufati di girare: è un turbine che ti prende e non riesci a fermare più, la perdita dell’equilibrio, del senso del tempo, lo sparire del tutto, il non sentirti più di esistere e di essere qualcosa.

No, Monica, credimi, la passione non si cerca, e dopo che l’hai provata una volta, forse forse ti auguri quasi di non provarla più, perché è la cosa più simile alla morte e alla fine, come tutte le estasi.

Tu non cerchi la passione, amica mia: tu vuoi solo un giro in giostra.

About these ads