Il terremoto, le ipotesi di complotto e le corna del vicino di Gigetto

Quindi, secondo questo sito, il terremoto in Emilia è stato scatenato dal Governo degli Stati Uniti, che, secondo altre ricostruzioni, voleva far pressioni sull’Italia perché Grillo ha vinto a Parma, o far venir meno l’attenzione generale sulla bomba di Brindisi, fatta esplodere, a sua volta, per distogliere l’attenzione dalla crisi in Grecia, scatenata per distogliere l’attenzione dal collasso delle banche Usa, fatte saltare per distogliere l’attenzione dalla lotta contro Al Qaida, a sua volta creata per distogliere l’attenzione dai maneggi delle multinazionali del tabacco e dell’aspartame, a loro volta rivelati per distogliere l’attenzione dalle scie chimiche, diffuse per distogliere l’attenzione dai cerchi nel grano degli alieni, tirati in ballo per distogliere l’attenzione dal fatto che gli Illuminati stanno prendendo il controllo del mondo con un complotto, nato a suo tempo per distogliere l’attenzione dal fatto che mio cugino Gigetto se la fa con Elsa, la moglie del vicino.

8 pensieri su “Il terremoto, le ipotesi di complotto e le corna del vicino di Gigetto

  1. Una nazione capace di provocare terremoti a distanza dovrebbe avere il controllo del pianeta senza tanti sotterfugi, senza nascondersi dietro sette segrete, famiglie che tramano nell’ombra e complotti internazionali!
    Se fossi in grado di provocare cataclismi naturali a piacimento credete che terrei la cosa sotto copertura? Seminerei il terrore COME E PEGGIO DI DARTH VADER!!!
    “Ma tu hai osato…KAABOOOOOOOM!” Morto!
    “Sei un tiranno spietaKABOOOOOOOOM!” Morto anche quello.
    Sarei il dominatore incontrastato del pianeta, ma noooooooooo, bisogna nascondersi dietro oscuri giochi di potere ed intrighi internazionali così complicati che
    solo poche INTELLIGENTISSIME PERSONE riescono a svelarli!
    Meno male che esistono, vah, sennò il mondo sarebbe davvero spacciato!

    Mi piace

  2. Asdrubale è notoriamente gay: è il classico paravento.
    Solo i più ingenui possono non essersi accorti dell’attacco HAARP portato all’industria agroalimentare italiana e teso a far crollare – letteralmente e con effetto domino – il prezzo sui mercati internazionali del Parmigiano Reggiano.
    Tutto per cercare di erodere quote di mercato e diffondere una specie di surrogato grattugiato del nostro Parmesan sulle tavole degli ignari consumatori europei.
    Il Grana Padano è il prossimo sicuro obiettivo. Poi sarà la volta delle caciotte e del pecorino sardo. Occorre reagire con durezza a questo atto di barbarie senza precedenti sul latte cagliato. Romanelli e Bottura sono già sotto scorta. Come la mucca Carolina.

    Mi piace

  3. In tutto questo, nessuno che abbia ancora preso atto del fatto che, se mi tagliano le gomme della macchina, è stata la mafia, porcamiseria.
    Razza di indifferenti, state bene; inchino e baciamano alla padrona di casa.
    Ghino La Ganga

    Mi piace

  4. Io mi inchino dinanzi al tuo coraggio, perché rivelando a tutti la triste storia di Gigetto e Elsa hai di fatto reso inutili altri catastrofici tentativi di depistaggio… Grazie, Galatea, salvatrice dell’umanità.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.