La sopravvivenza minima secondo Ruby e Lavitola

Nella vita io ho sempre il problema che non so mai dare il valore esatto in denaro alle cose che faccio. Quando mi chiedono «Quanto vuoi?» per un lavoro, ecco, io vado in crisi, perché non so mai cosa rispondere di preciso. E allora leggere le intercettazioni di Lavitola e Ruby apparse sulla stampa in questi giorni è stato fondamentale, posso dire addirittura formativo per capire come si quantifica e si determina il minimo da chiedere per far qualcosa. Ho scoperto che 47mila euro alla settimana, per esempio, sono il minimo che può chiedere una ragazza in difficoltà per evitare di doversi prostituire: se si rifiutano di darteli, o te ne danno meno hai a che fare con uomini senza cuore.

Ho scoperto poi, grazie a Lavitola, che ad un amico che ti deve “riconoscenza” per i consigli che gli dai, si devono chiedere come minimo minimo cinque milioni, perché, se poi devi allontanarti per un po’ (perché devi andare a parlare con qualche magistrato ed è probabile che tu finisca per qualche tempo in carcere) cinque milioni sono il budget di necessario per riuscire a sopravvivere.

Ho scoperto insomma, e di questo ringrazio sia Ruby che Lavitola, che devo un po’ rivedere i miei standard, soprattutto per quanto riguarda il minimo sindacale da pretendere per sopravvivere. Per cui, da adesso in poi, sia ben chiaro: per meno di un milione di euro manco vi dico ciao. E rendetevi conto che, in fondo, sono ancora una donna di poche pretese.

8 pensieri su “La sopravvivenza minima secondo Ruby e Lavitola

  1. Riguardo alla povera ragazza con l’impulso irrefrenabile a prostituirsi, non ho ancora capito perché proprio 47.000 euro. Non 48, 42 o 50. 47. C’entra qualcosa il morto che parla?

    Mi piace

  2. Italia, mattino. Alzarsi ed assistere ad una grandiosa discussione in diretta tv. Argomento: Belen che frega il ragazzo a Emma con tanto di risvolti sociali del fatto nonchè opinionisti e giornalisti che dicono la loro su questo interessantissimo argomento. Cari giornalisti, in Italia non avete un cazzo di meglio da fare? Ma andate a raddrizzare banane col culo, poveri coglioni….

    Mi piace

I commenti sono chiusi.