Le coccole che ci si fa da soli

Come quando sei a casa, fuori fa freddo, sei sola, vorresti un abbraccio, vorresti un messaggino sul cellulare, ma tutti stanno lavorando ancora e non possono badare a te.

E allora vai in cucina, prendi un padellino, tagli quattro fette di pane casereccio, le guardi rosolarsi e brustolarsi sul fuoco dopo averle inumidite un cicinino appena con del succo di arancia appena spremuto, poi prendi il burro quello buono, ce lo spalmi sopra, ci rovesci su una bella cucchiaiata di zucchero, li spolveri di cannella e te li mangi così, piano piano, assaporando ogni boccone.

Perché vabbe’ che sei sola, e tutti stanno in ufficio e non hanno tempo di coccolare te.

Ma tu puoi coccolarti da sola, uh se puoi.

11 pensieri su “Le coccole che ci si fa da soli

  1. Ben detto … certi comfort fanno bene al cuore.
    Quando voglio coccolarmi di solito mi faccio i biscotti 🙂 (o il puré … a seconda dei momenti)

    Mi piace

  2. E in ufficio col cazzo che c’è un fornelletto; giusto un robino per fare il caffè (senza cialde che son finite e nessuno le porta causa neve) e un frigoriferino per l’acqua, e basta.
    Per la cronaca, Te e le Tue coccole.
    😀
    Inchino e baciamano.
    Ghino La Ganga

    Mi piace

  3. @giancarlo: Secchiello del gelato co ‘sto freddo proprio no. Nutella e cioccolata non posso perché son allergica! 😦

    @Ghino: Io a farti le “coccole alla cannella” in ufficio anche se tu avessi il fornelletto non ti ci vedo… vabbe’ la prossima volta che passi di qua ti faccio le coccole io. 🙂

    Mi piace

  4. Hai anche la versione delle coccole fatte senza zucchero e carboidrati? Sono sciaguratamente in dieta…
    Un abbraccio coccoloso (se non ne hai bisogno ora, mettilo da parte per i momenti di carenza :P)
    Fed

    Mi piace

I commenti sono chiusi.